Spalletti, i singoli e il centrocampo “mobile”

Spalletti, i singoli e il centrocampo “mobile”

Per l’Inter è già vigilia di campionato, nonostante il lunedì: il turno infrasettimanale infatti porrà i nerazzurri di fronte alla sfida contro il Bologna, desideroso di riscatto dopo i ko contro Napoli e Fiorentina. Al Dall’Ara non sarà una gara semplice e questo Luciano Spalletti sembra saperlo bene: il tecnico interista si è espresso in conferenza stampa parlando dei due singoli più chiacchierati del momento – Icardi e Perisic, ovviamente – ma anche delle insidie che una partita del genere può regalare.

Ecco le parole di Spalletti in conferenza stampa

Sicuramente l’Inter ha bisogno di Icardi e Perisic ma anche loro hanno bisogno dell’Inter“, ha subito spiegato il tecnico cercando di porre sempre l’attenzione sul complesso della squadra. Un occhio veloce al passato, perché i nerazzurri a Crotone hanno trionfato solo dopo tante sofferenze e negli ultimi minuti di gara: “La squadra ha ancora bisogno di tracciare il suo percorso, dovremo ancora affrontare tante difficoltà, ne troveremo molte. Siamo stati bravi nella scorsa partita a cercare qualcosa di personale, come ha fatto Handanovic in svariate occasioni: è un portiere di assoluto valore”.
Spalletti si concentra poi su una particolare zona del campo nella quale ha cambiato molto in queste prime gare: “Per me il centrocampo deve sempre ruotare, essere statici in quel reparto dà sempre un vantaggio all’avversario. Tutti devono prendersi delle responsabilità per alleggerire il peso degli altri”. Infine, dopo i tanti concetti di squadra si ritorna ai singoli: “Dalbert ha qualità: corsa, piede, fase difensiva fatta di contatto e non solo di posizione. Siamo tranquilli con lui sulla fascia. Con Cancelo di certo non forzeremo: se non ci sarà necessità si tenderà a dargli più giorni di lavoro per recuperare. Di certo lui ha molta voglia di tornare”.