Ventura abbassa la testa:” Spagna superiore”

Ventura abbassa la testa:” Spagna superiore”

Dopo i due scivoloni della Juve contro Barcellona e Real, la débâcle del Bernabeu della Nazionale e l’under 21 sconfitta tre a zero, Ventura ammette la generale superiorità del mondo calcistico spagnolo su quello azzurro. . “In molti pensavano che fossimo più forti di loro ma l’Under 21 ne ha presi tre, noi pure, la Juventus in finale con il Real Madrid anche, vuol dire che in questo momento c’è un dislivello fisico e qualitativo. Iniziare il campionato una settimana prima? Se negli ultimi anni solo Milan e Napoli hanno superato il preliminare di Champions qualcosa significherà”. Quando si parla di Serie A Ventura è molto categorico nell’elogiare il Napoli e lanciare una frecciatina ad Allegri: “Allegri dice che basta vincere 1-0 perché è lui che vince così: ha ragione chi arriva prima. Ma ora gli azzurri giocano e vincono, prima giocavano e divertivano: una differenza non da poco.” Sul VAR il mister si apre positivamente: “Convinto dal Var, meno male che c’è”. Anche su Insigne Ventura ha dichiarato tutta la sua piena convinzione: “Nell’ultimo anno è maturato, a Madrid non ha deluso meno di altri. Ma andiamo al Mondiale, datemi 20 giorni di allenamenti con la squadra e la sua prestazione sarà di gran lunga superiore a quella vista contro lo Spagna: il modulo non c’entra”. In chiusura, una battuta sia su Balotelli che su Jorginho: “Ho parlato tre ore con Balotelli e non c’è niente di segreto. Lui sa bene cosa deve cambiare e non si tratta di questioni tecniche. Dipende da lui, quello che è in discussione riguarda altre cose. Jorginho mi piace che tenga molto a far parte del nostro gruppo, è il miglior metodista che c’è in Serie A ma il problema è che nel 4-2-4 è un ruolo che non c’è, quindi non lo chiamo. Ormai il 3-5-2 fa parte del passato”.