Juventus: 12 mesi di inibizione ad Andrea Agnelli

Juventus: 12 mesi di inibizione ad Andrea Agnelli

Nonostante l’ottimo periodo della Juventus per quanto riguarda il calcio giocato, soprattutto in Serie A, c’è una notizia nella giornata di oggi che ha sconvolto l’ambiente bianconero. Questa notizia è stata riportata da Ansa e riguarda il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Stando a quanto riportato, il n°1 bianconero sarebbe stato condannato dal Tribunale nazionale della Federcalcio ad un anno di inibizione per rapporti illeciti tra dirigenza e ultrà, cosa non consentita dalla legge. L’avvocato del presidente Agnelli, Franco Coppi ha dichiarato di voler assolutamente fare ricorso dopo la sentenza in primo grado per il suo assistito. Anche l’accusa ha deciso di presentare ricorso: Giuseppe Pecoraro, capo della Procura Figc ha dichiarato di essere sì soddisfatto delle indagini e delle accertate responsabilità degli accusati, ma presenterà comunque ricorso poichè sperava in una pena maggiore data la gravità delle accuse. Tutto sommato ad Agnelli è andata anche bene, dato che nell’udienza preliminare erano stati chiesti 30 mesi di inibizione e due turni a porte chiuse per la società. La corte ha poi ridotto la pena richiesta, arrivando alla decisione definitiva di inibire Andrea Agnelli solo per 12 mesi e di multare la società bianconera di 300.000 euro. Se sportivamente parlando la Juventus viaggia a gonfie vele, continuando a vincere sul campo, altrettanto non si può dire per quanto riguarda la sua dirigenza.