Milik, il crociato fa crack: Fuori almeno quattro mesi

Milik, il crociato fa crack: Fuori almeno quattro mesi

Il Napoli è una delle squadre più in forma di questa Serie A. È a punteggio pieno, gioca un calcio spettacolare e per la prima volta dopo anni sembra poter essere l’avversario numero 1 della Juventus, che finora ha avuto vita facile in Serie A. La notizia che smorza tutti gli entusiasmi dell’ambiente azzurro e dei suoi tifosi riguarda, ancora una volta, l’attaccante polacco Arkadiusz Milik. Il giocatore ha subìto nel corso della partita contro la Spal, lo stesso infortunio che l’ha tenuto fermo per quasi tutto l’anno scorso: la rottura del legamento crociato del ginocchio. L’unica differenza rispetto all’anno scorso è che questa volta si tratta del ginocchio destro. Il Professor Mariani ha eseguito nella giornata odierna, l’operazione di ricostruzione del legamento, che è andata a buon fine pur essendo più complessa rispetto a quella dell’anno scorso. Ora i tempi di recupero sono stimati in circa 4-5 mesi, durante i quali l’attaccante polacco effettuerà il percorso riabilitativo per tornare il prima possibile a giocare con la maglia del Napoli. In attesa di recuperare il suo centravanti, il Napoli deve riadattarsi e Sarri era stato bravissimo ad accentrare Mertens già l’anno scorso, creando il famoso “tridente leggero” che in realtà si è poi rivelato pesante e ha garantito molti gol. Anche questa volta, la soluzione sembra essere la stessa, ma potrebbe pensare anche di far giocare Ounas in quel ruolo. Se poi il Napoli decidesse di intervenire sul mercato guardando gli svincolati, un nome di un degno sostituto di Milik potrebbe essere quello di Gilardino, ex attaccante di Parma, Milan e Fiorentina. In attesa di vedere come si adatterà il Napoli a questa fastidiosa situazione, non possiamo che augurare una pronta guarigione a Milik. Forza Arkadiusz!