Ranieri, il catenaccio dei record. Bielsa in crisi

Ranieri, il catenaccio dei record. Bielsa in crisi

Il calcio è strano, decisamente strano; o se si vuole metterla più sul filosofico, il pallone non è scienza. Legge più che mai vera: a tanti tiri non corrispondo tanti gol e viceversa passare tanti minuti della partita nella propria metà campo può rivelarsi invece un’arma efficace. E’ la mossa che gli italiani hanno inventato e fatta loro nel mondo del futebol , un metodo esportato in tutta Europa e oggi fortuna di parecchi allenatori. Uno di questi è l’ex Leicester Claudio Ranieri, ora tecnico del Nantes, che sta conducendo la sua squadra verso le parti alte della classifica proprio seguendo l’ italian way: un perfetto catenaccio tutto difesa e contropiede che per ora ha fruttato il record europeo del rapporto gol fatti e punti guadagnati. Il Nantes ad oggi è sesto con 13 punti e considerando i gol, ogni rete è valsa 2,6 punti. Dalle parti dello stadio La Beajoure sono tutti contenti delle recenti uscite della squadra, che pur senza un calcio emozionante si sta conquistando un posto importante nelle gerarchie della Ligue One: la strada è molto lunga prima di poter raggiungere destinazioni prestigiose, eppure la via intrapresa sembra per ora essere quella giusta, o meglio, la più efficace. Al contrario invece c’è chi giocando con euforia e spregiudicatezza tattica passa tutt’altro che momenti felici. Il Lille del “Loco” Bielsa è terz’ultimo con cinque punti in sette partite, primato negativo per la squadra francese che assumendo il tecnico argentino pensava di assicurarsi le prime pagine per altri motivi. Purtroppo El Ghazi e compagni stanno disputando un campionato al di sotto delle aspettative, e nell’ultimo match casalingo è arrivato un sonoro 0-4 contro il Monaco. Bielsa è in discussione ma non esonerato, e quindi lo si vedrà in panchina almeno per un’altra settimana: i paradossi del calcio sono anche questi, dove l’intelligenza supera la tattica e la concretezza l’effimero. Magari il Lille di Bielsa sarà più cinico e spettacolare ma la solidità e l’umiltà del Nantes di Ranieri per ora sembrano prevalere. Chissà cosa dirà la fine del campionato …