Emery alimenta la polemica sui rigori al PSG

Emery alimenta la polemica sui rigori al PSG

Il caso di questo settembre calcistico è stato senz’altro quello della lite tra Cavani e Neymar: i due calciatori hanno evidenziato un disaccordo nel tirare un rigore durante una gara di campionato contro il Lione e questo sembra aver provocato anche dei problemi per quanto concerne lo spogliatoio del club francese. In conferenza stampa ovviamente il tecnico Unai Emery è stato immediatamente coinvolto in una domanda riguardante i penalty: chi tirerà i rigori? La gerarchia è di nuovo chiara?

Ecco la rivelazione di Emery sui rigori al PSG

Come prevedibile, il tecnico ex Siviglia ha preferito non sbilanciarsi totalmente sulla questione. Anzi, Emery è parso piuttosto accomodante nei confronti dei suoi giocatori, invitando però entrambi a prendersi le proprie responsabilità. “In tanto possono e vogliono battere i rigori” – spiega – “ma poi ad un certo punto subentrano le statistiche e in base a quelle si può capire chi sia il più efficace nel calciarli. Per come la penso Cavani e Neymar sanno già perfettamente cosa fare in campo”. Il dubbio quindi permane, anche e soprattutto per via delle presunte notizie secondo le quali l’uruguaiano avrebbe rifiutato 1 milione di euro dalla dirigenza per consentire al brasiliano di avere uno ius primae noctis per la strada verso il dischetto. Chissà se già nella gara di Champions League contro il Bayern Monaco potremo avere risposte importanti, magari con un rigore concesso al PSG. In quel momento il mondo parigino rischia di fermarsi un’altra volta, in attesa di capire se la frattura tra i due attaccanti si sia effettivamente ricomposta nella sua totalità.