Napoli-Feyenoord: Il trio delle meraviglie illumina Napoli

Napoli-Feyenoord: Il trio delle meraviglie illumina Napoli

Ci si aspettava una reazione da parte del Napoli dopo la brutta sconfitta contro lo Shaktar. Al San Paolo va in scena Napoli-Feyenoord, una squadra sulla carta più debole, ma che era importante non sottovalutare. La squadra di Sarri parte subito bene cercando di imporre il suo gioco e pressando molto alto gli avversari. Questa pressione porta subito i suoi frutti e il Napoli passa in vantaggio già dopo 7 minuti: Callejòn recupera un buon pallone sulla trequarti e serve Insigne che con un tiro preciso batte il portiere avversario. Da questo momento in poi il Napoli spera di poter gestire e segnare anche il gol della sicurezza. Per mettere in atto questa tattica aspetta nella propria metà campo in attesa dell’errore degli avversari per tentare di colpirli in contropiede. Così facendo però, lascia troppo spazio al Feyenoord che si riorganizza e cerca di creare pericoli agli azzurri nonostante la mancanza di un vero centravanti di ruolo. Il Napoli nel primo tempo si limita a controllare e non affonda il colpo. Nel secondo tempo bastano 4 minuti alla squadra di Sarri per segnare il gol della sicurezza: Diks sbaglia un passaggio sulla propria trequarti e regala il pallone a Mertens, che segna il raddoppio. La partita sembra chiusa, ma a mezzora dalla fine il Feyenoord guadagna un calcio di rigore che potrebbe riaprire la partita, ma Toornstra si fa ipnotizzare da Reina che para il calcio di rigore. Sul finale Amrabat segna il gol dell’1-3, ma la sostanza non cambia e il Napoli vince meritatamente una partita fondamentale, sbloccandosi anche in Champions League.

Pagelle Napoli

Reina 6,5: È poco impegnato dal timido attacco del Feyenoord, ma si fa trovare prontissimo quando serve, soprattutto in occasione del calcio di rigore di Toornstra.

Hysaj: 6,5: spinge molto in fase offensiva specialmente nel secondo tempo con una grande ripartenza. Tranquillo in fase difensiva.

Maksimovic 6: È titolare al posto di Albiol, non fa rimpiangere il compagno di reparto.

Koulibaly: 6 Partita di controllo difensivo, prende un’ammonizione evitabile, ma non rischia molto.

Ghoulam: 6 Come il suo compagno di reparto difende con ordine quando chiamato in causa.

Allan 6,5: Ennesima gara da mastino del centrocampo. Non fa ragionare mai gli avversari.

Hamsik 6: Partita di controllo e ragionata. Sfrutta la poca pressione avversaria e serve bene i compagni senza troppa difficoltà.

Jorginho 6: Aiuta i compagni e imposta con ordine. Dialoga molto con Insigne.

Callejòn 6,5: È un po’ in ombra nel primo tempo, anche se intercetta la palla prima di servirla a Insigne per il gol del vantaggio del Napoli. Si rifà nel secondo tempo quando segna il terzo gol infilando il portiere.

Mertens 6,5: Solita partita di qualità del giocatore belga. Realizza il secondo gol sfruttando un clamoroso errore difensivo del Feyenoord.

Insigne: 7: È l’uomo da cui ci si attende sempre la giocata illuminante. Gli bastano 7 minuti per trafiggere il Feyenoord e indirizzare il match sui binari giusti per il Napoli.

FEYENOORD (4-3-3): Jones (5); Diks(4), Tapia(4.5), St. Juste(5), Haps(5); Amrabat(6), El Ahmadi(5,5), Vilhena(6); Berghuis(5), Toornstra(4), Boetius(4).

Tabellino

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho (35′ st Diawara), Hamsik (25′ st Zielinsky); Callejon (27′ Rog), Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri.

FEYENOORD (4-3-1-2): Jones; Diks, St. Juste,Tapia (28′ Van Beek), Haps; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Toornstra (17′ st Başacıkoğlu); Boetius, Berghuis. Allenatore: Van Bronckhorst

Note, Ammonito: Koulibaly (N) Berghuis (F)

Marcatori: 7′ Insigne, 4′ st Mertens, 20′ Callejon, 90+3 Amrabat