Champions, il prepotente ritorno dei club inglesi

Champions, il prepotente ritorno dei club inglesi

Dopo anni bui il calcio inglese è tornato a dire la sua anche in campo internazionale. Le squadre d’Oltremanica hanno risposto sul campo durante le competizioni europee e adesso sembrano non volersi più fermare. Le vittorie di Chelsea, Tottenham e Manchester United inviano un messaggio alle altre pretendenti: il football è tornato a risplendere. Un ritorno che suona come una rivincita viste le precedenti annate prive di successo. Non solo Blues, Spurs e Red Devils. Anche i Citizens di Guardiola, dopo una campagna acquisti da capogiro, hanno risposto presente nella competizione europea per club d’eccellenza. Lo spettacolo mostrato finora da questi club riempie di gioia la FA, desiderosa di riconquistare un palcoscenico suo di diritto dopo parentesi non esaltanti come quelle dell’annata precedente, quando a difendere l’onore dei britannici nella fase finale c’era l’outsider Leicester. A confermare il cambio di marcia del calcio inglese e sottolineare l’exploit, finora si è registrato l’80% di vittorie, unico neo i due pareggi del Liverpool nelle due partite d’apertura. Una cifra significativa se si tiene conto della percentuale registrata lo scorso anno (solo il 43,8%) a causa del ko istantaneo di Pochettino & Co. e dell’Arsenal di Wenger. Sempre coi dati alla mano si può notare come il declino delle compagini britanniche sia stato costante a partire dalla stagione 2010/2011: in quella stagione la percentuale era del 58,5% , da lì il blackout con le tedesche e le spagnole a dominare in lungo e in largo, senza trascurare alcune rivelazioni quali Monaco e Juventus. Adesso la musica sembrerebbe cambiata con la maledizione di Wembley addirittura spezzata. Il colpaccio di Conte al “Wanda Metropolitano”, la sicurezza di Mou e la vittoria del City contro lo Shakhtar contribuiscono alla rinascita di un calcio considerato in crisi e incapace di affermarsi fuori dai suoi confini. L’ultima squadra inglese a sollevare la Coppa dalle grandi orecchie fu il Chelsea…che sia questo l’anno buono per tornare a trionfare?

di Giovanni Benvenuto