SHARE
Chiellini
Foto da: cp24.com

Il ruolo in campo non definisce l’uomo che lo pratica. Se è vero che alcuni giocatori possono sembrare ruvidi, cattivi e difficili da gestire sul rettangolo verde, non si può dire altrettanto una volta tolta la maglietta della squadra per la quale giocano e gli scarpini da calcio. Giorgio Chiellini è uno degli esempi più lampanti di questo. Il fortissimo difensore della Juventus e della Nazionale italiana è conosciuto per la sua forza in campo, la sua temperanza e grinta nei contrasti, caratteristiche che lo rendono un giocatore temibile per qualsiasi attaccante. Oltre al Chiellini giocatore però, c’è anche il Chiellini uomo, che ha dimostrato di avere il cuore d’oro e di prendere molto sul serio tematiche importanti quali la beneficenza. A questo proposito, è notizia di oggi l’adesione da parte del difensore bianconero al progetto “Common Goal” che prevede la donazione dell’1% dello stipendio di chi aderisce ad una serie di organizzazioni legate al calcio che fanno beneficenza in tutto il mondo. Il progetto “Common Goal” nasce nell’agosto 2017 e ha come promotore un altro grandissimo campione del calcio internazionale: la stella spagnola che gioca nel Manchester United Juan Mata. L’idea è socialmente e moralmente molto bella, in quanto permette di contribuire, tramite beneficenza, ad un cambiamento tangibile nella società usando il calcio come lingua universale per unire e condividere un obiettivo comune. Sulla scia di Mata e Chiellini, altri loro colleghi hanno aderito a questa iniziativa: Mats Hummels difensore del Bayern Monaco e anche due giocatrici della nazionale femminile di calcio americana Alex Morgan e Megan Rapinoe. Dopo un’estate che verrà ricordata soprattutto per le spese pazze sul mercato di alcune squadre, come per esempio il trasferimento record di Neymar dal Barcellona al PSG , il mondo del calcio ha saputo offrire anche un’immagine diversa di sé, ovvero quella di uno sport in grado di veicolare bei messaggi ed iniziative che dovrebbero essere ancora più valorizzate e condivise.