Di Francesco: “Stiamo migliorando molto”

Di Francesco: “Stiamo migliorando molto”

Il tecnico della Roma Di Francesco ha parlato in conferenza stampa della prossima partita dei giallorossi, quella con il Milan in programma domani pomeriggio alle 18. Il tecnico abruzzese ha condiviso tante gioie con il suo collega Montella, domani avversario ma mai nemico: “E’ un fratello per me, il nostro rapporto è nato a Empoli, siamo cresciuti insieme nelle difficoltà. Nel calcio spesso non ci sono amici, io ne ho tanti e Montella è uno.” Di Francesco nelle recenti uscite ha visto la squadra molto migliorata: “Sono migliorate tante cose, sono contento della crescita della squadra, sono arrivati i risultati ma dobbiamo migliorare alcuni aspetti come il rimanere corti sulle due fasi e su questo ci lavoreremo”. Il tecnico domani ripartirà da una formazione praticamente identica a quella dello scorso anno, e al riguardo ha dichiarato: “La partita dirà tanto. Siamo bravi a fare e disfare i 90 minuti, è una gara importante per restare agganciati alla vetta. Il fatto che sia cambiato tanto diventa relativo, è cambiata l’idea di gioco che è quello che chiedo ai miei ragazzi. Col tempo e con il lavoro ci sarà maggiore convinzione. Il Milan ha cambiato tanto ma ha messo dentro giocatori di spessore”. Sulla differenza col Milan Di Francesco è molto lucido: “A me è indifferente. Conta il campo e i risultati. Il fatto di non partire favoriti non ci toglie responsabilità. Tutti si aspettano tanto da noi e a me piace. Raggiungere qualcosa d’importante passa da partite come quella di domani, fondamentale per ambire a qualcosa”. La Roma domani potrebbe avere dal 1′ anche Cengiz Under, che secondo il tecnico è decisamente migliorato: “Sicuramente, inizia anche a parlare italiano che è un aspetto molto importante. Ha avuto molte difficoltà inizialmente ma sa parlare la lingua del calcio. I giovani cerco di caricarli poco di responsabilità, deciderò domani se giocherà”. Mentre ha espresso parole di solidarietà per il suo Nainggolann nella questione relativa alla nazionale belga: “Se parliamo tecnicamente, Radja è un top player. Ognuno fa la sue valutazioni in base al proprio stile di gioco. Mi dispiace per il ragazzo e nello stesso tempo spero possa dare di più alla Roma per dimostrare qualcosa al proprio tecnico”.