SHARE
Hatem Ben Arfa, PSG - FOTO dailymail.co.uk
Hatem Ben Arfa, PSG - FOTO dailymail.co.uk

Croce e delizia: è, senza alcun dubbio, questo il miglior modo per definire la storia calcistica di Ben Arfa. Un talento immenso, cristallino, ma troppe volte rimasto sopito e inespresso. Il tutto è stato in gran parte causato da un carattere e da una personalità molto difficile. Sono ormai lontanissimi i tempi del Lione, in cui, assieme a Benzema, era considerato il vero e proprio fenomeno del calcio francese. Proprio l’attaccante del Real Madrid ha parlato così di lui: “Gli ho visto fare cose incredibili, sembrava Messi. Poi ha fatto scelte sbagliate”. Insomma, l’etichetta di ribelle è ormai stampata addosso a Ben Arfa. Dopo l’esperienza al Marsiglia, condizionata dai problemi con lo spogliatoio, e le avventure non positive al Newcastle e all’Hull City, il transalpino si è ritrovato in quel di Nizza. Ed ecco che lo scorso anno arriva la grande opportunità chiamata Paris Saint-Germain. Tutto sembrava far pensare, all’età di 29 anni, alla più grande occasione della carriera. E le cose, nel complesso, non sono andate nemmeno poi così tanto male: 32 presenze condite da 4 reti. Nulla di eccezionale, ma Ben Arfa dimostra di esserci. Ma poi ancora una volta qualcosa si rompe: il francese viene escluso dalla rosa del Psg. Emery l’ha tenuto fuori nella sfida di Champions contro il Bayern Monaco.

Ben Arfa e le accuse di mobbing

L’avvocato del fantasista ha quindi presentato una denuncia alla Lega, che ora vuole vederci chiaro. Il club ha due settimane per dare le sue spiegazioni. Ma le accuse di mobbing e discriminazione sono ben chiare e delineate, visto che l’esclusione è arrivata senza alcun preavviso. Un altro caso dopo quello Neymar-Cavani. E per Ben Arfa un’altra triste pagina della sua carriera, fatta di continui alti e bassi. Quest’estate il Nizza era pronto ad accoglierlo a braccia aperte, ma i sette milioni di ingaggio ha impedito qualsiasi trattativa. Il contratto del calciatore scade a giugno 2018, nel frattempo Emery ha comunicato di non essere intenzionato a contare su di lui nemmeno per quel che riguarda gli allenamenti. Ben Arfa è pertanto costretto a lavorare con la squadra B.