SHARE
vitaly kutuzov
FONTE: Goal.com

Il prossimo turno del campionato di Serie B presenterà la delicata e calda sfida tra Bari e Avellino, squadre che hanno in comune il passato di un giocatore: Vitaly Kutuzov. L’ex esterno ha giocato per entrambe le compagini e in occasione del prossimo match fra i due club il bielorusso si è concesso ad un’intervista per il portale tuttocalciopuglia.com. Fra le risposte spuntano delle piacevoli considerazioni per due suoi ex allenatori, tali Antonio Conte e Gianpiero Ventura: di quest’ultimo Kutuzov è stato agli ordini in ben due occasioni, ovvero nei campionati dove ha vestito la maglia del Pisa e del Bari. Proprio con i pugliesi tra l’altro l’ex Avellino ha calcato anche i campi di Serie A, condividendo lo spogliatoio con un giocatore di cui oggi lo stesso Kutuzov non ha bei ricordi.

Kutuzov contro Masiello

L’ala infatti parla anche di Andrea Masiello, oggi difensore dell’Atalanta ma ai tempi emergente difensore centrale del Bari nella stagione poi finita nel mirino del calcioscommesse. Queste le dichiarazioni di Vitaly Kutuzov: “A Bari sono stato allenato sia da Conte che da Ventura, che poi si sono succeduti alla guida della Nazionale, parlano la stessa lingua a livello calcistico. All’inizio con Antonio Conte mi sembrava di fare le stesse cose precedentemente viste con Ventura, anche a Pisa. Ho appreso tanto da entrambi. Antonio aveva tutti gli ingredienti per diventare un grande allenatore: viveva con la squadra, chiedeva a ciascuno di noi come stessimo ogni singola mattina, aveva voglia di arrivare e tanta qualità. All’epoca fu fondamentale la presenza del professor Ventrone, il suo preparatore atletico, che ci faceva lavorare in maniera durissima, quasi al di là dei nostri limiti. Masiello? Quando lo vedo, spengo la televisione. Mi dispiace per lui perché è un buon calciatore, ma prima di essere giocatori, bisogna saper essere uomini”.