SHARE

Tempi duri in Olanda per la Nazionale di calcio. Dopo la vittoria finale sfumata in Sudafrica nel 2010 contro la Spagna con il gol di Iniesta al 118′, continua il declino inesorabile degli Orange che sembrava culminato con la mancata partecipazione a Euro2016 in Francia. Invece Robben e compagni potrebbero mancare anche dal prossimo Mondiale in Russia, dal momento che per passare almeno ai playoff e piazzarsi secondi nel girone dietro alla Francia servirà un vero miracolo sportivo. La situazione di classifica del gruppo A dice che la Francia guida con 20 punti, seguita dalla Svezia a 19 e dall’Olanda a 16. Martedì la partita conclusiva di queste qualificazioni vedrà l’Olanda ospitare proprio la Svezia, ma le speranze di riuscita sono a dir poco esigue. Non basterà trionfare davanti al pubblico olandese per scavalcare la Svezia al secondo posto, perché gli Scandinavi, anche grazie alla vittoria di ieri sera per 8-0 contro il Lussemburgo, possono vantare una differenza reti di +19, mentre l’Olanda segna solo un +7. In caso di differenza reti identica, cioè se la partita finisse con 6 gol di scarto per gli Orange, il criterio per l’assegnazione del secondo posto prevede che si guardi alle reti segnate, sulle quali la Svezia rimane in vantaggio. Per questo motivo alla squadra del ct Advocaat dovrà vincere almeno 7-0 per approdare ai playoff di qualificazione al Mondiale, ma gli avversari non saranno certo demotivati: vincendo, potrebbero addirittura scavalcare la Francia al primo posto e assicurarsi la qualificazione diretta. Alla sfida mancheranno due big della nazionale compagine come Strootman, ancora non recuperato dall’infortunio che lo ha fatto uscire anzi tempo a San Siro contro il Milan, e De Vrij, per il quale si era verificata anche qualche incomprensione con la Lazio in merito alle sue condizioni fisiche. Nel calcio niente si può escludere a priori, e auguriamo all’Olanda di regalarci grande spettacolo e compiere un’impresa che entrerebbe nella storia della competizione, ma sembra veramente, veramente difficile.