SHARE
fonte: Tuttosport

Milan-Adidas: dopo vent’anni, è rottura. In realtà il contratto tra il club rossonero e lo sponsor tedesco sarebbe scaduto nel 2023, ma sarà comunque interrotto con una risoluzione anticipata. Si tratta di un accordo che fruttava alle casse della società meneghina ben 19,7 milioni a stagione. Ed è per questo che è lecito chiedersi il perché di questa rottura a dir poco inattesa. Ma, da ambo le parti, le bocche restano cucite. Anche perché, l’importante mercato estivo fatto dal Milan, sembrava aver riavvicinato le parti. Non è bastato ed ecco che ora si dovrà trovare un nuovo sponsor tecnico. Infatti la separazione diventerà ufficiale nel mese di giugno. E l’Adidas ormai sembra sempre più unica partner della Juventus, a cui versa 23 milioni l’anno.

MILAN, SI FA IL NOME DI NEW BALANCE

Non vi è alcun dubbio però sul fatto che tutto suoni davvero molto strano. Anche perché le ultime maglie erano state tra le più apprezzate degli ultimi anni. Ma tant’è e ora occorre fare di necessità di virtù. Chi sostituirà Adidas? Il nome più gettonato sembra essere quello di New Balance, un marchio fortemente in crescita in Italia. Ma occhio anche all’ipotesi Under Armour. Quest’ultima è molto famosa soprattutto negli Stati Uniti, dove ha tra i suoi testimonial la stella NBA Stephen Curry. Improbabile l’ipotesi Nike, visti i rapporti strettissimi con l’inter. E chissà che non possa arrivare qualche sorpresa dalla Cina. In casa Milan insomma si è pronti ad aprire un nuovo capitolo. Un altro segnale di un cambiamento che si fa sempre più repentino.