SHARE
Dani Parejo
Dani Parejo. Foto da: elconfidencial.com

È uno dei giocatori più forti nel panorama della Liga spagnola: il ventottenne Dani Parejo si è fatto conoscere a livello internazionale grazie alle sue ottime prestazioni da centrocampista del Valencia. Oltre alla sua grande tecnica, Parejo si distingue anche per la capacità in fase di interdizione: ad oggi è il giocatore che ha recuperato più palloni (63, al pari con Rubèn Pèrez)in Liga. Dopo un inizio di carriera in cui indossa per brevissimo tempo la maglia del Real Madrid, Parejo si trasferisce al QPR prima di approdare al Valencia nel 2011. Qui si fa notare e altre squadre si interessano al suo profilo. Tra queste squadre c’è il Barcellona, che nella scorsa sessione di mercato estiva ha provato a comprare il giocatore. La trattativa sembrava ben avviata, ma l’accordo è finito in niente e il trasferimento non c’è stato. Dopo questo tentativo fallito, la strada per Parejo sembrava delineata, con una tifoseria che non ha mai smesso di supportarlo e un futuro garantito al Valencia. Improvvisamente però, ecco il colpo di scena: Parejo decide di cambiare procuratore, il quale gli garantisce che in un futuro prossimo indosserà la prestigiosa maglia blaugrana.

La situazione per Parejo non è semplice. Se il giocatore e il suo procuratore spingono per la cessione, il Valencia fa muro e considera il giocatore incedibile. A dimostrazione di questo esiste una clausola rescissoria associata al contratto dello spagnolo di 50 milioni di euro. Inoltre c’è da considerare il parere di un allenatore dalla fortissima personalità: Marcelino Garcìa Toral, asturiano che per la determinazione e grinta è quasi temuto nell’ambiente. Il centrocampista è dunque considerato intoccabile sia per la dirigenza che per l’allenatore. Nelle prossime sessioni di mercato vedremo se questa situazione di stallo si sbloccherà o se Parejo resterà confinato a Valencia.