SHARE

Dieci anni vissuti da protagonista con 95 presenze e 23 gol: sembrava chiudersi con questi numeri l’avventura di Arturo Vidal con la Nazionale cilena. Il centrocampista del Bayern Monaco aveva comunicato il suo addio nella giornata di ieri con un post sul suo profilo Instagram. “: “Grazie di tutto ragazzi! Per tutti questi anni insieme in cui abbiamo lasciato la vita in ogni partita e per avermi trasmesso la voglia di insegnare a un Paese che con lo sforzo e il lavoro tutto può accadere! Ho l’anima spezzata, ma allo stesso tempo sono tanto orgoglioso di questi giocatori e di questo allenatore!“: queste le parole dell’ex giocatore della Juventus.

VIDAL, IL RIPENSAMENTO

Ma si sa, come dice un famoso proverbio, la notte a volte porta consiglio. Ed ecco che Vidal ci ripensa e, sempre con un post sul suo profilo Instagram, comunica la sua decisione: “È dura, ma non è la fine di nulla. Né di una generazione, né di questa squadra, né ancor meno è la fine dei nostri sogni. Abbiamo molto per cui lottare, molto da dare, molte gioie davanti a noi. Questo è un momento molto difficile ed è qui che si vedono i forti. Il Cile è una squadra di guerrieri e mi sento orgoglioso di far parte di questo gruppo. Ed è per questo che non lo abbandonerò. Andiamo avanti insieme fino alla fine. Ogni volta che mi chiameranno, sarò a disposizione della mia nazionale. Della nostra nazionale”. Parole da vero leader e che, per quanto sanno di delusione, fanno che capire che Vidal è pronto a ripartire, prendendosi per mano il Cile.