SHARE
Manchester City-Napoli
Manchester City-Napoli - FOTO: SSC Napoli

Il Napoli meno brillante visto quest’anno trova la sua seconda sconfitta in Champions League: il Manchester City cannibalizza soprattutto i primi minuti di partita e porta a casa un incontro che è stato sì combattuto ma che alla fine ha premiato soltanto gli inglesi di Guardiola. Per il Napoli adesso le cose si fanno più difficili per il passaggio del turno: bisognerà cercare di non perdere al San Paolo contro il City, per poi vincere le altre due gare.

Ecco cronaca, tabellino e pagelle di Manchester City-Napoli

Partenza a razzo del City che in 14′ sembra chiudere la partita: prima Sterling e poi Gabriel Jesus sfruttano due errori della difesa partenopea per il 2-0. Non abituato a giocare contro una squadra che attacca alto nel pressing, il Napoli paga percentuali di possesso palla bassissime. Nonostante tutto avrebbe l’opportunità di accorciare le distanze a metà frazione, con un calcio di rigore concesso per fallo di Walker su Albiol. Dal dischetto però Mertens si fa respingere il tiro dai piedi di Ederson, che quindi blinda il risultato nel primo tempo. Nella seconda frazione il Napoli ha un’altra occasione colossale con Hamsik ma Stones si immola a porta vuota. Arriva però un altro episodio chiave: Ghoulam con uno slalom si guadagna il secondo rigore della serata, stavolta il penalty lo batte Diawara che accorcia le distanze. Purtroppo però il risultato non cambia più: Manchester City-Napoli termina 2-1. La squadra di Guardiola ipoteca il primo posto nel girone, quella di Sarri dovrà faticare molto per andare agli ottavi.

Tabellino Manchester City-Napoli

FORMAZIONI
MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Otamendi, Delph; De Bruyne, Fernandinho, David Silva (76′ Gundogan); Sterling (70′ Bernardo Silva), Gabriel Jesus (86′ Danilo), Sanè. All. Guardiola

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj (71′ Maggio), Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik (78′ Ounas); Callejon, Mertens, Insigne (56′ Allan). All. Sarri

AMMONITI: Walker, De Bruyne, Fernandinho (M) – Albiol, Maggio (N)

MARCATORI: 8′ Sterling, 13′ Gabriel Jesus (M), 73′ rig. Diawara

ARBITRO: Lahoz

Pagelle Manchester City

Ederson 6,5; Walker 5,5, Stones 6,5, Otamendi 6,5, Delph 6; De Bruyne 6,5, Fernandinho 6, David Silva 6,5 (76′ Gundogan s.v.); Sterling 6 (70′ Bernardo Silva 5,5), Gabriel Jesus 6 (86′ Danilo s.v.), Sanè 7.

Pagelle Napoli

Reina 6 – Obiettivamente incolpevole su entrambi i gol subiti, anche se forse avrebbe potuto fare qualcosina in più sul secondo. Un paio di buone parate nella ripresa

Hysaj 4,5 – Sanè lo umilia costantemente, prestazione inguardabile per il terzino azzurro che sembra sempre l’anello debole della squadra

Albiol 5,5 – Qualche responsabilità sul secondo gol subito, poiché guarda solo il pallone e non il marcatore. Mette una pezza dove può

dal 71′ Maggio 5,5 – Fa meglio del suo collega di reparto, anche se è costretto all’ammonizione su Sanè

Koulibaly 5 – Da un suo rinvio errato arriva il primo gol e anche nella seconda segnatura sembra davvero troppo molle

Ghoulam 6 – L’unico sufficiente della fase difensiva, spinge molto quando può e cerca di non fare danni in retroguardia

Zielinski 4,5 – Un fantasma. Giocatore ancora molto discontinuo e poco decisivo nelle partite importanti

Diawara 6 – Non viene cercato molto dai compagni perché il City lo pressa altissimo, gestisce un paio di palloni ma poco altro. Batte però un rigore da veterano

Hamsik 5 – Non incisivo, sbaglia un paio di passaggi che sarebbero potuti essere importanti in fase offensiva

dal 78′ Ounas 6 – Qualche buono spunto e una conclusione parata dal portiere

Callejon 6 – Corre molto ed è l’unico che prova a rendersi pericoloso con i suoi famigerati tagli

Mertens 5 – Fa tanto pressing a vuoto ma, soprattutto, sbaglia il rigore che avrebbe potuto riaprire la partita nel primo tempo

Insigne 5,5 – Benino ma abbiamo visto di meglio. Cerca di fare quello che può ma spesso le sue idee prendono di sprovvista i compagni. Si attendono notizie sull’entità dell’infortunio

dal 56′ Allan 6 – Sicuramente regala più dinamismo a un centrocampo troppo spaesato fino a quel momento