Bologna, andare in svantaggio non è un’opzione

- Advertisement -

Mai come quest’anno il campionato di Serie A sta vivendo svariate novità, soprattutto per quanto concerne le zone di vertice. Per adesso è ovviamente tutto in alto mare ma i dati statistici spesso forniscono indicazioni molto confortanti per alcune compagini del nostro campionato. In particolare il dato riguardante la squadra con meno minuti passati in svantaggio durante questa stagione italiana è una vera sorpresa: in molti si sarebbero aspettati di veder primeggiare una big come Napoli, Inter, Juventus o Roma. E invece questo record – almeno per adesso – appartiene a una squadra che sembra aver finalmente trovato la quadratura del cerchio, ovvero il Bologna.

Bologna, un record che sa di speranza

La squadra felsinea guidata da Donadoni in queste prime 8 giornate di campionato ha trascorso soltanto 46′ in svantaggio nella totalità delle gare, come rivelato da Opta Paolo. Tra l’altro la maggior parte di questo minutaggio è stato accumulato unicamente nella gara persa contro il Napoli, avversario nettamente superiore, peraltro dopo una prestazione maiuscola. L’altra occasione è rappresentata invece dalla gara contro la Fiorentina, persa al Franchi di misura. In termini più generali, il Bologna sembra vivere un momento molto positivo: la squadra è reduce da tre vittorie consecutive e la classifica sorride con un sesto posto a pari punti (14) con la Sampdoria, che però ha una gara in meno. Dopo le difficoltà e le contestazioni della scorsa stagione i felsinei stanno proponendo un gioco davvero intrigante e molto efficace. Questo anche grazie alla definitiva maturità raggiunta da due esterni di enorme qualità come Di Francesco e Verdi o da un centrocampista molto abile come Pulgar, così come anche per l’esperienza portata da un calciatore importante come Rodrigo Palacio, il quale si sta proponendo come un vero e proprio trascinatore. In attesa di capire se la squadra avrà la forza e la capacità mentale di imporsi nelle zone d’alta classifica anche prossimamente, Donadoni e i suoi si godono un piccolo ma lusinghiero primato, che riporta il Bologna all’attenzione della Serie A.