SHARE

Avete già schierato la formazione del fantacalcio ma i dubbi esistenziali attanagliano l’inizio del vostro fine settimana? Dovete ancora schierare e, per evitare le ansie, aspettate l’ultimo istante disponibile? Non dormite la notte pensando al derby di Verona? Allora siete nel posto giusto. Di Hamsik, Perisic, Milnkovic e i loro amici top player ci importa poco: oggi vi consigliamo i centrocampisti insospettabili che possono farvi svoltare in questa nona giornata, partita per partita. Ovviamente non vi stiamo dicendo che troverete un +3 da ogni giocatore presente in questo elenco: loro sono le seconde linee che non vi tradiranno. Generalmente sono proprio questi a far pendere l’ago della bilancia nelle partite in cui i “top player” delle due rose fantacalcistiche si equivalgono.

Fantacalcio, i centrocampisti per la 9/a giornata

Cominciamo da Sampdoria-Crotone, che si gioca Sabato alle 18, consigliando un centrocampista per parte: Praet è in gran forma, la scorsa giornata ha giocato da regista occulto dei blucerchiati, regalando anche a Linetty la palla del definitivo 3-1; questa volta può arrivare il gol. Se invece siete degli inguaribili romantici e vi siete innamorati degli operai che senza sosta l’anno scorso hanno portato il Crotone a un’insperata salvezza, è la volta buona per schierare Marcus Rohdén, intensità fino al 90′ e oltre. In Napoli-Inter ci sentiamo di consigliare il solo Vecino, visto al derby in formato eccezionale. Atalanta-Bologna è la sfida tra due delle squadre più organizzate del campionato, ma anche una partita di sostanza: De Roon può fare la classica partita da 6,5, Pulgar è in odore di +1. Difficile consigliare uno degli stregoni in Benevento-Fiorentina, ma Memushaj può salvarsi; Eysseric invece può essere la sorpresa viola dalla panchina. Occhio al veleno di Bertolacci in Milan-Genoa, un ex che potrebbe ancora non averla digerita. In Spal-Sassuolo scegliamo il piede tagliente sui calci da fermo di Federico Viviani, come dall’altra parte quello di Stefano Sensi, che ha anche buoni tempi di inserimento e gioca da mezz’ala al fianco di Magnanelli. A proposito di Sassuolo, c’è un ex neroverde da schierare assolutamente in Torino-Roma: si tratta di Lorenzo Pellegrini, che può approfittare del momento di flessione di Strootman per prendersi il posto. Tra i rossoblù può salvarsi in Lazio-Cagliari il solito Niccolò Barella, irruente al punto da prendere molti gialli, ma elegante abbastanza da fare sempre la differenza con la sua visione di gioco. Per quanto riguarda la vera partita di cartello della giornata, Chievo-Hellas alle 12:30 di domenica, potete aspettarvi grandi prestazioni, e forse bonus, dal “Pata” Castro, in uno di quei momenti del campionato da Re Mida: ogni pallone che tocca diventa oro. Tra le fila clivensi è consigliato anche Perperim Hetemaj, uno specialista del derby veronese, mentre Bessa può essere un fattore per i cugini (Romulo, in gran forma, parte in griglia come difensore).

Riepilogo degli insospettabili di metà campo

Praet, Rodhén, Vecino, Pulgar, Memushaj, Eysseric, Bertolacci, Viviani, Sensi, Pellegrini, Barella, Castro, Hetemaj, Bessa.