SHARE
Morales
Morales, soprannominato "El Comandante" per via della sua esultanza. Foto da: reddit.com

Ci sono calciatori che sono protagonisti ad ogni partita, sempre sotto i riflettori e acclamati da tutti i media. Poi ci sono gli eroi per caso, i calciatori che non giocano in squadre blasonate e che non fanno parlare di sé per aver segnato tanti gol o aver numerosi trofei in bacheca, ma sanno ritagliarsi un piccolo angolo di notorietà grazie a precise azioni fatte in momenti cruciali per la propria squadra o carriera. È a questa categoria che appartiene José Luis Morales. Il centrocampista trentenne è approdato al Levante nella stagione 2014-2015. Il club della città di Valencia militava nella Segunda Divisiòn, prima di tornare nella Primera Divisiòn al termine della scorsa stagione. Grazie alle sue prestazioni si è imposto come idolo dei tifosi ed è diventato un giocatore fondamentale per i gol pesantissimi che realizza. Nelle prime 8 giornate di questa stagione, Morales è andato a segno 3 volte: due volte dal dischetto contro Villareal e Real Sociedad e una volta su azione personale contro il Getafe, contribuendo notevolmente alla situazione attuale di classifica della sua squadra. Il Levante è a quota 11 punti dopo 8 giornate con 2 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. Il gol del definitivo pareggio contro il Getafe segnato da Morales ha rappresentato una vera e propria liberazione dopo 332 minuti di digiuno. Dopo il gol fatto contro la Real Sociedad il 21 settembre scorso, la squadra di Muñiz non è più riuscita a segnare nelle successive partite. È toccato a Morales sbloccare la situazione e scacciare momentaneamente la crisi.

Morales si è trasformato in un giocatore chiave per il Levante, soprattutto per i suoi gol in casa. La stagione della sua squadra è iniziata con un suo gol contro il Villareal, ha segnato nel 3-0 contro la Real Sociedad e oggi ha realizzato il gol del pareggio contro il Getafe che è di fondamentale importanza per il cammino in Primera Divisiòn.