sabato, Gennaio 22, 2022

Latest Posts

Besiktas super in formato Champions, con un piede agli ottavi

La Turchia, in base al Ranking Uefa, è sicura di poter portare due squadre in Champions League. La seconda classificata dello scorso campionato, il Basaksehir di Istanbul, è stato eliminato dal Siviglia al secondo turno dei preliminari ed è passato all’Europa League. Il Besiktas, invece, era qualificato direttamente ai gironi ed è rimasto il solo rappresentante del suo paese nella massima competizione europea, però lo sta rappresentando benissimo. A questo punto merita anche mettere in evidenza un dato: i campioni in carica di Turchia non sono mai arrivati agli ottavi di Champions, fatta salva l’edizione ’86/’87 della Coppa dei Campioni, in cui la squadra raggiunse addirittura i quarti di finale, ma le regole della competizione erano diverse. Ecco, questo può dare una dimensione dell’impresa, storica, del Besiktas, che con il pareggio casalingo contro il Monaco delle 18 ha quasi la certezza della qualificazione in tasca (per non passare dovrebbe perdere entrambe le partite restanti, subendo diversi gol di scarto dal Lipsia, con quest’ultima e il Porto sempre vincenti). Il cammino finora è stato straordinario, da leader inaspettato in uno dei gironi più equilibrati della competizione, in cui forse sulla griglia di partenza la squadra di Istanbul era vista addirittura come sfavorita.

Besiktas europeo, tra novità e vecchie conoscenze

In campionato la squadra allenata da Senol Gunes è terza e insegue le altre due di Istanbul, Basaksehir e Galatasaray. In Champions domina contro squadre più blasonate; e batte in fila: Porto (1-3), Lipsia (2-0) e Monaco (1-2), fino al pareggio di questa sera. Protagonista assoluto Cenk Tosun, attaccante tedesco naturalizzato turco, che ha segnato 4 gol in 4 presenze (9 complessivi stagionali in 14 partite). Tosun è arrivato al Besiktas 3 anni fa, ma è letteralmente esploso solo l’anno scorso, quando ha segnato 20 gol in campionato (secondo in classifica cannonieri dietro a Vagner Love e davanti a Samuel Eto’o), a fronte dei 13 complessivi segnati nei due anni precedenti. Quest’anno si sta riconfermando su livelli altissimi, assistito da un uomo che ha già servito 6 assist in stagione: Ricardo Quaresma, che a quanto pare non ha ancora perso il vizio.

Il gol di Tosun contro il Porto: se tiri da lì, vuol dire che sei in fiducia. Sta giocando una stagione super anche Anderson Talisca, trequartista brasiliano classe ’94 in prestito dal Benfica, che ha già segnato 4 gol e servito 1 assist e che già l’anno scorso si è messo in mostra in Europa League, dove il Besiktas aveva sfiorato la semifinale perdendo ai rigori contro il Lione. Un giocatore assolutamente da seguire: può fare praticamente tutti i ruoli dal centrocampo in su, con ottima visione di gioco, lunghe leve, un tiro potentissimo dalla distanza e ottimi inserimenti. Nella passata stagione ha segnato ben 13 gol nella Super Lig – una specie di centravanti ombra – e quest’anno, nel palcoscenico degli ottavi, forse l’Europa può accorgersi di lui. Meno in vista di Talisca, ma solo per questioni anagrafiche (ha 30 anni), Ryan Babel, l’opposto di fascia di Quaresima nel 4-2-3-1 dei turchi, che da inizio stagione è a quota 5 gol e 2 assist. Le fasce sono importantissime nello sviluppo del gioco di Gunes, con Quaresma macchina da assist che gioca molto largo e Babel più propenso all’inserimento. In questo contesto è importantissima la capacità di Talisca di lanciare, di prima o dopo aver generato la superiorità numerica con un dribbling, i due esterni in profondità. La sua attitudine all’inserimento poi genera corto circuiti nelle aree avversarie, con il sempre presente Tosun ad approfittare dello smistamento delle marcature. La difesa sembra al sicuro con gli arrivi di Pepe dal Real Madrid e Medel dall’Inter in estate.

https://www.youtube.com/watch?v=WRtkjD4Z0PQ

Questa la vittoria esterna, un po’ a sorpresa, di due settimane fa contro il Monaco: il Besiktas può diventare davvero una bella sorpresa in questa Champions League.

Latest Posts

Don't Miss