SHARE

Per Paulo Sousa al Tianjin Quanjan manca solo la firma. L’ex allenatore di Swansea, Basilea, Tel Aviv e Fiorentina ha trovato un ricco e prelibato accordo economico con la squadra cinese che per tutta l’estate aveva corteggiato e abbindolato l’allenatore portoghese. La panchina del Tianjin è stata fino a poco tempo fa di una vecchia conoscenza del campionato italiano (l’ennesima in Asia) ovvero l’ex difensore di Juventus e Real Madrid Fabio Cannavaro, sostituito dalla società dopo il quarto posto in  campionato, risultato vincente che è valso al club l’accesso alla Champions League asiatica. La firma di Paulo Sousa che legherà l’ex Viola al club di Tianjin Quanjan è attesa nelle prossime quarantotto ore, e il braccio destro di dell’allenatore portoghese è già partito in direzione Cina per limare gli ultimi dettagli. Una notizia che fa drizzare le orecchie e non poco ai tifosi milanisti, che negli ultimi giorni avevano letto il nome di Paulo Sousa in maniera abbastanza consistente come eventuale sostituto di Montella. La panchina del Milan è a rischio da parecchie giornate e il portoghese era considerato uno dei maggiori papabili per sostituire eventualmente il tecnico napoletano, la cui stagione è a dir poco travagliata. Niente Milan dunque per l’ex Fiorentina, che invece si dirigerà verso un’esotica e esosa avventura orientale nel club che da parecchio tempo sulle sue tracce. Probabilmente Sousa aveva aspettato fino all’ultimo la chiamata di Fassone ma evidentemente l’insistenza del Tianjin Quanjan è stata maggiore. Con il quasi certo arrivo di Sousa Cannavaro emigra al Guangzhou Evergrande, sulla panchina che per molto tempo è stata di Marcello Lippi.

SHARE