mercoledì, Dicembre 1, 2021

Latest Posts

Atletico-Real: il derby della noia, a vincere è il Barcellona

Termina con un avaro 0-0 il derby tra Atletico Madrid-Real Madrid. Due squadre che fotografano nella serata più attesa i diversi problemi che stanno attraversando. Pochissime emozioni al Wanda Metropolitano, nonostante un pubblico caldissimo, più volte esaltato dal capo popolo Diego Simeone. E se Madrid non sorride, gli unici a far festa questa sera sono i giocatori del Barcellona, che nel pomeriggio avevano battuto il Leganés per 3-0. I blaugrana ora salgono a +10 sulla coppia madrilena, per una Liga che, salvo clamorosi exploit del Valencia, sembrerebbe già chiusa a novembre.

ATLETICO MADRID-REAL MADRID 0-0: IL MEGLIO E IL PEGGIO

ATLETICO MADRID

OK

La prestazione di Lucas. Complici le condizioni di Filipe Luis, non sempre al meglio in questo inizio di stagione, l’esterno francese continua a collezionare minuti e applausi. Superata anche la prova derby per il terzino classe 96’, fiore all’occhiello della Cantera Atletica.

La giocata del Niño. In una serata così avara di emozioni, uno dei pochissimi squilli arriva dall’intramontabile Torres. Entrato a 15 dalla fine per uno spento Griezmann, il beniamino di casa al primo pallone toccato attacca l’area delle merengues, offrendo un pallone d’oro a Gameiro.

KO

Povero Diavolo. Quella che una volta era la stella di questa squadra, l’uomo di maggiore qualità pronto a raccogliere i sacrifici di tutti gli altri, sta inesorabilmente trasformandosi in un problema. Per Griezmann solo due reti in campionato, l’ultima due mesi fa a settembre. Il Cholo comincia a guardarsi intorno, Torres e Gameiro scalpitano.

REAL MADRID

 OK

Casemiro. Con un reparto offensivo così indietro, sia in termini di numeri che fisici, il peso degli equilibri di questa squadra sono tutti sul centrocampo, e ovviamente sul brasiliano. Casemiro non tradisce mai, e anche questa sera firma una prova da migliore dei suoi. Rincorre gli avversari, recupera palloni e quando può fa ripartire l’azione. A questo punto gli mancherebbe solo il gol, ma con gente come Ronaldo e Benzema forse questo tipo di apporto non era previsto.

Il salvataggio di Varane. Quasi a tempo scaduto, quando il pareggio sembrava ormai scontato, una giocata di Torres stava per rompere gli equilibri del derby. Decisivo l’intervento di Varane che, sulla linea, respinge di testa un pallonetto di Gameiro.

KO

Cristiano Ronaldo. Vederlo così involuto non farà sicuramente felici gli amanti di questo sport. Cristiano è uno che in carriera ha sempre zittito le critiche. Un campione che ha mostrato il meglio di sé proprio nei momenti di maggior pressione. I numeri purtroppo sono sotto gli occhi di tutti. Il portoghese è ancora fermo ad una sola rete in questa Liga e i margini che si intravedono sono ancora scarsi. Sempre in ritardo, mai brillante e poco imbeccato dai compagni.

La panchina poco Real. Oltre ai titolarissimi, rimasti in blocco a Madrid, negli ultimi anni questa squadra poteva contare su gente come Pepe, Coentrao, James Rodriguez, Morata. Decisamente indicativo che in un derby così dispendioso come quello di Madrid, Zidane abbia deciso di optare per un solo cambio, Asensio per Benzema nell’ultimo quarto d’ora.

Atletico Madrid-Real Madrid: il tabellino del derby

Atletico Madrid-Real Madrid 0-0

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Juanfran, Godín, Savic, Lucas; Gabi, Saúl, Koke, Thomas (dal 54’) Carrasco; Correa (dal 76’) Gameiro, Griezmann (dal 76’) Torres. Allenatore: Diego Simeone.

Real Madrid (4-3-3): Casilla; Carvajal, Ramos (dal 46’) Nacho, Varane, Marcelo; Casemiro, Kroos, Modric; Isco, Cristiano Ronaldo, Benzema (dal 76’) Asensio. Allenatore: Zinedine Zidane.

Ammoniti: Carvajal (R), Savic (A), Saùl (A), Koke (A), Juanfran (A), Lucas (A), Godin (A)

Latest Posts

Don't Miss