mercoledì, Dicembre 1, 2021

Latest Posts

Come guadagnare online con la tua squadra del cuore

Inizialmente ho pensato che quello che facevano tutti era semplicemente dimostrare a se stessi e agli altri che sapevano quello che stavano facendo, che quelle persone avrebbero avuto ragione a dare vincente o meno quella squadra. Poi nel tempo, ascoltando le storie dei miei amici, notai la concentrazione di alcuni quando scommettevano online. C’era di più. Una sorta di rivalsa sulle dicerie e sul modo comune di intendere questo o quello sport. Così provai anche io una volta, e ovviamente, data la mia radicata passione per il calcio, lo feci su una manciata di partite. Non c’era un sistema logico o studiato, andai semplicemente su William Hill con l’ebbrezza di poter sperare che quello che avevo ipotizzato sarebbe potuto accadere con buone probabilità. Quindi senza nessuna presunzione di successo partii per un viaggio nel cuore della scommessa.

Un vero e proprio cammino tra numeri, ordini e memoria che collegavano insieme i risultati e li rapportava alle classifiche. Il ghigno sottile di autoconvincersi che quel pronostico in mezzo a tanti potrebbe essere quello giusto. E poi c’era il bonus che mi permetteva di coprire le eventuali spese. Così seleziono le opzioni che ritengo più probabili ed ecco il calcolo della vincita. Inizialmente neanche feci al denaro che si poteva trarre da quelle semplici fantasie ragionate. Mi interessò solo più avanti poter pensare anche in termini di soldi e vincite. In ogni caso vinsi al secondo tentativo per la prima volta in vita mia!! Non so se ero più felice per aver azzeccato l’esito di ben sei incontri o per potermi definire incontrastabilmente un vincente. Tra questi anche la vittoria del Girona contro il Real Madrid, un colpaccio incredibile che mi ha permesso di vincere 2500 euro! Ma ciò che più mi esaltava è che avevo vinto grazie ad un gol dell’Inter, la mia squadra del cuore. Una sensazione unica!

Così, con moderazione, cercai di pensare veramente a quelli che potevano essere degli esiti realizzabili. Mi sono interessato a concetti e statistiche che in un contesto normale non avrei mai conosciuto e anzi oggi sfrutto per poter diventare ancora più di successo. Non ha senso poter dire “provo tanto per” se non credo per primo in quello che sto facendo, altrimenti, come in un campo da calcio, partirei sconfitto in partenza. Non tolgo alla Dea della fortuna la sua notevole parte di complicità nelle vittorie (se quel portiere non avesse parato quel rigore … ) ma io ho deciso di dover vincere e gioco per quello, per potermi definire un vincente grazie a una mia produzione, a una mia conoscenza. A cominciare dalla sfida di venerdì Napoli-Juventus, non vedo l’ora che arrivi il big match per vincere ancora una volta guardando la mia più grande passione. Anche qui c’è un bonus che mi permette di compensare l’eventuale perdita.

E così dopo il fischio finale il “te l’avevo detto”, lo “stammi a sentire”, il “fidati” diventano frasi d’autore, clichè di ogni lunedì. Frasi che consiglio di segnarsi, perché io oramai le uso spesso.

Latest Posts

Don't Miss