SHARE
Vietto Valencia fonte: Twitter Valencia

Luciano Vietto è tornato a splendere. L’attaccante argentino ha messo a segno tre gol in Copa del Rey nel poker rifilato dal Valencia al Las Palmas. L’ex centravanti dell’Atletico Madrid, alla sua partita da titolare con la nuova squadra in coppia con Simone Zaza, è riuscito ad incantare tutti con giocate di alta classe: la terza rete, poi, è arrivata direttamente da metà campo con un tiro che ha sorpreso il portiere avversario. Lo stesso “El Cholo” Simeone ad inizio gennaio ha svelato il suo malcontento per la cessione del suo pupillo ai tempi del Racing: “La partenza di Vietto mi fa molto arrabbiare, gli ho parlato e gli auguro il meglio. È uno di quelli che ha giocato meglio, gli è mancato solo il gol. Mi piace molto come persona ed è un giocatore straordinario”. 

Vietto, non c’è più tempo

Luciano Vietto non andava a segno da oltre un anno quando, durante la sfida tra Siviglia e Formentera, riuscì a calare un hat-trick. Con il ritorno in estate a Madrid l’attaccante argentino, però, non ha trovato il giusto spazio sotto la gestione de “El Cholo” e così a gennaio l’ex Villarreal ha preferito di cambiare aria. E proprio con la maglia del “submarino amarillo” Vietto ha vissuto la sua miglior stagione europea (2014-2015) incantando tutti con venti reti ed otto assist ed attirando l’interesse dei maggiori club europei. E proprio al termine di quell’annata entusiasmante fu l’Atletico Madrid ad acquistarlo per una cifra vicino ai 20 milioni di euro con l’argentino che, però, mise a segno soltanto tre gol in ventotto partite giocate. Poi il passaggio in prestito al Siviglia per ritrovare la forma migliore e il successivo ritorno a Madrid senza aver successo: ora Vietto è alla ricerca della definitiva consacrazione a Valencia.