SHARE
Curci
Curci con la maglia della sua nuova squadra - FOTO: Twitter

Molti dei più giovani appassionati di calcio potrebbero non ricordare benissimo Gianluca Curci. Portiere esploso un po’ a sorpresa tra il 2004 e il 2008 con la maglia del club con cui era cresciuto calcisticamente, ovvero la Roma, Curci ha poi giocato anche per svariate altre squadre italiane come Sampdoria e Siena, senza tuttavia mai convincere del tutto. Adesso, dopo ben 4 anni di quasi totale inattività, il portiere romano ha trovato una nuova squadra a cui accasarsi, in un campionato che però non è di certo conosciuto per la sua spettacolarità o difficoltà: quello svedese.

Il ritorno di Gianluca Curci: in Svezia con furore

Per la precisione, Curci giocherà nella Superettan, ovvero la Serie B svedese. La squadra che l’ha acquistato è l’Eskilstuna, compagine che peraltro può vantare in rosa un’altra ex conoscenza del calcio italiano: parliamo di Taye Taiwo, terzino nigeriano ex Marsiglia e Milan, che in rossonero lasciò un ricordo tutto sommato sbiadito. Per Curci si tratta di un ritorno importante, in un club che può garantirgli la titolarità persa in questi anni. Come riportato dal giornalista Federico Casotti, Curci addirittura non gioca una partita ufficiale nel campionato italiano dall’11 maggio 2014: con la maglia del Bologna perse in casa col Catania per 1-2. Dopo quel momento il ritorno alla Roma senza presenze ufficiali e una mini avventura in Germania al Magonza, con una sola presenza (nella stagione 2015-2016) e 2 reti subite. Finora nell’arco della sua carriera Curci ha collezionato 227 presenze da professionista con le maglie subendo 301 gol e ha vinto 2 Coppa Italia e una Supercoppa Italiana con la Roma tra il 2006 e il 2008. Ha inoltre giocato in quasi tutte le Nazionali giovanili italiane, compresa l’Under 21, senza però mai arrivare in Nazionale maggiore.