SHARE
All-Star Game 2018 Nba
Fonte foto: Sportmediaset

Mancano oramai poco più di 20 giorni al 18 febbraio, giorno in cui allo Staples Center di Los Angeles si disputerà l’All Star Game 2018, l’annuale partita di esibizione tra i migliori giocatori dell’NBA che si gioca al culmine dell’All Star Weekend. Quest’anno sono davvero tante le novità. La principale è che a sfidarsi non saranno la squadra dei migliori giocatori delle squadre dell’Est e quella dei migliori delle squadre dell’Ovest, ma due squadre scelte da due capitani. Il meccanismo di selezione dei 24 giocatori si basa sui voti dei tifosi, dei giocatori e dei media. I più votati della Eastern e della Western Conference sono stati LeBron James e Stephen Curry, che sono quindi diventati i due capitani.

ALL-STAR GAME 2018, TUTTI I PROTAGONISTI

Ed è proprio poco prima della palla a due tra Miami Heat e Sacramento Kings che Steph e Lebron hanno svelato le loro decisioni. Il primo ha scelto per il suo quintetto base Giannis Antetokounmpo, James Harden, DeMar DeRozan e Joel Embiid. Il roster del numero 30 di Golden State è completato da  Damian Lillard, Jimmy Butler, Draymond Green, Kyle Lowry, Klay Thompson, Karl-Anthony Towns e Al Horford. LeBron James ha invece arruolato Kyrie Irving, suo ex compagno di squadra, Kevin Durant, stella degli Warriors, Anthony Davis e DeMarcus Cousins. Alcune scelte erano assolutamente prevedibili, mentre altre sono state totalmente sorprendenti e inattese: sembrava impensabile che “The King” scegliesse nuovamente al suo fianco il play che ha spinto fino all’estremo per lasciare i Cavs, così come vedere KD lontano dal suo gemello. Scelte inusuali un po’ come le nuove regole dell’All-Star Game, che sembrano quasi far pensare più a una sfida tra amici che a un gran galà del più importante campionato di basket del mondo. Ciò che è certo è che lo spettacolo sarà, nonostante tutto, assicurato. Non resta quindi che aspettare il weekend tra il 16 e il 18 febbraio.

SHARE