SHARE
PSV
Un gadget del PSV - FOTO: profilo ufficiale Twitter PSV

Anche in Eredivisie – la massima serie olandese – il calciomercato invernale è ormai terminato e tutte le squadre più importanti si sono rinforzate (persino l’Ajax, che alla fine terrà in squadra Younes per altri 6 mesi). Tra queste, però, il PSV ha subito una clamorosa beffa di mercato proprio nelle ultime ore dell’ultimo giorno disponibile per acquistare un calciatore. In particolare, il club olandese aveva praticamente chiuso l’accordo con il terzino Lumor Agbenyenu, esterno mancino difensivo ghanese che sembrava vicinissimo al club. Le cose, però, sono andate diversamente, sia per il PSV che per il giocatore

Tiro mancino di Agbenyenu: che beffa per il PSV!

Per tre giorni la società olandese aveva trattato l’arrivo del calciatore africano. L’intesa con il suo club – il Portimonense, squadra portoghese – sembrava raggiunta e i dirigenti attendevano il calciatore in aeroporto per la firma del contratto, che sarebbe valso per un prestito di 6 mesi. Peccato che, proprio in quei momenti concitati, il giocatore fosse in viaggio verso Lisbona: all’insaputa del PSV Agbenyenu e il suo club avevano trovato un accordo con lo Sporting, avversario della Juventus negli scorsi gironi di Champions League, che ha quindi preso il giocatore a titolo definitivo per 2,5 milioni di euro. Oltre al danno per il PSV è arrivata la beffa: i termini per comprare un altro terzino sinistro erano praticamente impossibili da rispettare. E la squadra sarà dunque costretta a giocare metà campionato con una pesante assenza sulla fascia mancina. L’ennesima storia di calciomercato che sembra garantire polemiche a non finire: stavolta la vittima è il PSV, ormai lontano dagli antichi fasti di un tempo.

SHARE