SHARE

Da bidone in Italia a giocatore-chiave in Spagna. Geoffrey Kondogbia, centrocampista francese del Valencia, è intervenuto ai microfoni di “Cadena Ser” parlando anche del suo periodo caotico all’Inter: “Penso che il vero problema dell’Inter fosse il poco equilibrio. Era un casino, ho conosciuto 4-5 allenatori in due anni. La squadra cambiava continuamente. Ed è difficile per un giocatore integrarsi e fare bene, soprattutto per un giovane. Serve equilibrio e continuare insieme anche se le cose non vanno bene. La società deve aiutare i giocatori e l’allenatore per andare avanti: è difficile fare bene se la squadra e gli allenatori cambiano frequentemente”. Al Valencia ora le cose sono cambiate in positivo con il francese che vuole tornare in campo il prima possibile dopo l’infortunio.

Kondogbia, a Valencia per continuare a stupire

Attualmente ai box per un problema come ha svelato a “Cadena Ser” (“Un fastidio plantare. Non è un problema grave, almeno penso, però voglio recuperare in fretta per tornare in campo), l’ex centrocampista dell’Inter è arrivato al Valencia grazie al colloquio personale con l’allenatore spagnolo Marcelino: “Abbiamo parlato in maniera sportiva. Non dico nei dettagli cosa mi ha detto, però mi ha fatto capire che confidava in me per il suo progetto sportivo e per un giocatore significa già molto. Venivo da una stagione difficile e volevo ritrovarmi e ritrovare minuti, lui mi ha fatto queste promesse”. Infine, Kondogbia ha svelato anche di essere stato accostato a club importanti prima di approdare in Liga: “Questo non è la cosa importante, servirebbe solo ad alimentare polemiche”.