Home Italia Inter-Benevento, Spalletti: “Il nostro avversario in questo momento è la vittoria”

Inter-Benevento, Spalletti: “Il nostro avversario in questo momento è la vittoria”

Spalletti
Luciano Spalletti. Foto da: sky.com

Luciano Spalletti ha presentato il match Inter-Benevento di domani sera. Prima domanda su Mauro Icardi: “Ci manca da tanto ormai, ma caricarlo sarebbe deleterio e non vogliamo affatto rischiare, per cui valuteremo con calma”. Sulla stima ribadita dal ds interista Antonello Spalletti si dice contento. “Le sue parole sono state dettate dalla volontà di voler costruire qualcosa di importante per il futuro. I singoli risultati non influenzano nessuno qui all’Inter. Rafinha? Ha pagato il cambiamento che intercorre tra il calcio spagnolo e quello italiano. Ora è un pò affaticato e come per Icardi sceglieremo con cura, anche se lui è un elemento che può fornire un ottimo contributo”.

Inter-Benevento, “la spunteremo col gruppo”

L’Inter non ha impegni europei, eppure da due mesi ormai sta faticando parecchio. Per Spalletti però le difficoltà sono da imputare ad altro. “A febbraio quasi tutte le squadre in alto hanno giocato quasi lo stesso numero di partite. La fatica alla fine è uguale per tutti. Il nostro periodo no non ha il nome dei componenti della squadra, ma ora è giunto il momento di trovare delle soluzioni. E se lo facciamo prendendo in considerazione esclusivamente il collettivo allora potremo farcela. Invece affrontare gli sbagli individualmente rende tutto più complicato.

“Bisogna vedere come si corre, non solo quanto”

L’Inter è una squadra forza e deve prenderne coscienza, è quello che noto in allenamento, con i miei giocatori disposti a prendersi le loro responsabilità. Adesso però il tempo inizia ad essere poco. Io ho scelto un gruppo capace di rompere le scatole a tutte e voglio che questo accada già da domani. I leader del gruppo dimostreranno di essere tali, ma a volte potrebbe non bastare per fare risultato. I nostri avversari sono forti”. Ma l’Inter sta dando l’impressione di volersi sacrificare di meno rispetto alla prima parte della stagione. “Bisogna vedere anche come si corre, oltre al quanto – dice Spalletti – e come brillantezza non siamo stati sempre perfetti. Cominciando a non vincere più questo aspetto si è fatto più pesante. E noi quasi ci siamo rassegnati ad accettare il peggio a volte. Questo non è da Inter e ci rialzeremo”.

Inter-Benevento, dubbi anche su Miranda

Su Inter-Benevento di domani: “Oltre ad Icardi e Rafinha dovrò valutare anche Miranda. Difficile che possa giocare però. Ma tutti loro, come anche Borja Valero, hanno trasmesso un grande messaggio. Wanda Nara? Per me conta ciò che ha detto il ds Antonello, tutto il gruppo concorda con lui”. Sul Benevento: “Potremmo affrontare anche il Real Madrid, ma in questo momento il nostro avversario è la vittoria. È solo tornado a vincere che potremo raddrizzare tutto. Proprietà lontana? In campo andiamo noi, non Zhang. Lui ha tutto per diventare un presidente perfetto”.

Previous articleVerona, Setti saluta Pecchia in anticipo: “Via a fine stagione”
Next articlePochettino esalta Dembele: “È come Maradona e Ronaldinho”
Napoli, Il Napoli, Star Wars, la pizza, la mia donna, i videogiochi ed il giornalismo sportivo. Non necessariamente in questo ordine.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here