SHARE
UEFA logo
UEFA logo (Foto: Facebook - @Uefa)

Dopo numerosi test in giro per il mondo, sembra sempre più vicino il cambiamento di una regola storica del calcio. Tra qualche mese il quarto cambio potrebbe diventare finalmente realtà per tutte le partite. La notizia viene confermata quest’oggi da Marca che prevede l’approvazione della regola da parte dell’UEFA in tempi brevissimi. L’idea del quarto cambio nasce dalla necessità di gestire al meglio i calciatori. Preoccupa infatti il carico di partite e un calendario che difficilmente può essere ridotto, per evitare quindi un taglio al business economico che gira attorno al calcio, la misura adottata è la possibilità che le squadre possano fare un quarto cambio in tutte le partite e in ogni circostanza. Alvaro Morata è stato il primo quarto cambio nella storia del professionismo calcistico maschile. Nella finale del Mondiale per Club 2016, l’ex juventino era entrato in campo durante il primo tempo supplementare, al posto di Cristiano Ronaldo, nella vittoria per 4-2 del Real Madrid contro i giapponesi del Kashima Antlers

I test di Uefa e IFAB per il quarto cambio

I primi segnali di cambiamento e della possibilità di introdurre la nuova regola erano arrivati lo scorso anno. I quarti di finale di FA Cup prevedevano la possibilità di effettuare un quarto cambio durante i tempi supplementari. Nel 2016 l’IFAB (International Football Association Board) aveva dato il via alla rivoluzione sempre però soltanto nelle gare che finiscono ai supplementari. In particolare in Coppa di Germania si era aperta la possibilità di testare questa nuova misura. Nel frattempo l’UEFA aveva approvato test nelle fasi finali dei Campionati Women ‘s Europeo Under 19 2016 (in Germania) e nel 2017 (Georgia) , l’assoluto femminile europea 2016 (Slovacchia) e il 2017 ( Irlanda del Nord) e il campionato europeo maschile U21 del 2017 (Polonia). L’Uefa sembra soddisfatta dalla sperimentazione ed ora è intenzionata ad ufficializzare quanto prima questa misura.