Carrasco: “Vi spiego il mio trasferimento in Cina”

Carrasco: “Vi spiego il mio trasferimento in Cina”

La finestra invernale di calciomercato si è chiusa in Italia senza particolari botti, al contrario di quanto avvenuto e sta ancora avvenendo all’estero. È infatti notizia di ieri il trasferimento ufficiale dall’Atletico Madrid al Dalian Yifang di Ferreira Carrasco e Nico Gaitan. In particolar modo ha suscito dubbi e tanto scalpore la scelta dell’ex Monaco che ad appena 24 anni ha deciso di lasciare l’Europa per approdare in Cina. Decisione quanto meno rivedibile quella di Carrasco che negli ultimi anni era apparso come i talenti più floridi di un movimento in continua ascesa come quello belga che ha sfornato calciatori del calibro di De Bruyne, Hazard e Lukaku. Carrasco però ha preferito la Cina, Paese che gli permetterà di sviluppare al meglio il proprio ruolo come ambasciatore dell’ARES, società di eSports a cui è legato. È proprio il grande sviluppo presente nel paese asiatico ad aver attirato particolarmente l’attenzione di Carrasco.

Carrasco in Cina: le motivazioni

È stato lo stesso Ferreira Carrasco a spiegare le motivazioni della sua scelta di andare in Cina: “Il campionato cinese è in piena espansione, le condizioni di lavoro sono eccellenti, nuove e moderne infrastrutture sono a disposizione sia dei giocatori che dei tifosi e il livello di gioco migliora di stagione in stagione.” Carrasco però nonostante l’addio momentaneo al calcio che conta non vuole comunque rinunciare al Mondiale: “Essere distante dall’Europa non significa che non speri di andare al Mondiale, farò tutto quanto il necessario per dimostrare al ct che sono pronto per partecipare alla Coppa del Mondo quest’estate.”