SHARE
Montella
Montella - FOTO: Twitter

Lo splendido momento di forma del Milan è sotto gli occhi di tutti. Tre vittorie consecutive in campionato (l’ultima in casa della Roma), un attacco ritrovato e una difesa diventata finalmente solida. Gattuso è riuscito a lavorare al meglio sui punti deboli della squadra mettendo di conseguenza in risalto le lacune del suo predecessore Vincenzo Montella. Un confronto inevitabile dati i risultati conseguiti finora dall’allenatore chiamato per sostituire l’ex Aeroplanino. Una rinascita che non ha scalfito l’attenzione di Gattuso, ma ha esaltato i giocatori rossoneri e che ha spinto Franck Kessié a screditare l’attuale allenatore del Siviglia. Una frase probabilmente “infelice”, un modo per esaltare Gattuso che però ha messo in cattiva luce Montella. Un giudizio sul lavoro che ha subito colpito l’attenzione dei tanti tifosi del Milan e dello stesso Montella che ha risposto immediatamente alla provocazione.

Milan, la stoccata di Montella ai giocatori

L’allenatore del Siviglia ha voluto così rispondere all’attacco del suo ex giocatore e ha chiarito la sua posizione: “Kessié mi ha inviato un messaggio e mi ha spiegato che quelle parole non erano ciò che intendeva dire”. Montella ne ha parlato durante la conferenza stampa alla vigilia del match contro il Malaga. Un chiarimento opportuno che però è stato accompagnato da una vera e propria stoccata a Kessié e ai calciatori in generale. “E’ tutto molto relativo – ha detto Vincenzo Montella – Quando si vince tutto è più semplice mentre quando si perde tutto è più difficile e allora i calciatori a volte cercano delle scuse…“. L’attacco di Kessié arriva una settimana dopo le parole di Leonardo Bonucci, anche lui contro la precedente gestione: “Da quando è arrivato lui sono cambiate molte cose, in meglio. Ci ha ridato una grande stima e i risultati si vedono e sono importanti. Questo è merito di Gattuso. Con lui il Milan è diventato squadra”