Nainggolan: “Potevo andare al Chelsea, ma non penso ai soldi”

Nainggolan: “Potevo andare al Chelsea, ma non penso ai soldi”

Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di ‘Sportmagazine.be’ svelando anche un retroscena di mercato: “Potevo andare al Chelsea.  E potrei andare ora in altre squadre, ma cambiare stile di vita e cultura non fa per me. Se pensassi ai soldi avrei già cambiato squadra due o tre volte e guadagnerei di più. Ma io voglio vivere dove si sta bene. A me e la mia famiglia non manca nulla, si vive nel migliore dei modi, ci sono buoni ristoranti, si può fare bene shopping. Quando amici e parenti vengono puoi mandarli ovunque. Nel mio futuro mi vedo a Roma, penso di restare a vivere qui”. Nei giorni scorsi lo stesso Francesco Totti ha elogiato il suo ex compagno di squadra a Premium Sport: “Nainggolan non si discute”.

Nainggolan sul Mondiale con il Belgio

Il centrocampista belga ha, poi, aggiunto altre dichiarazioni sulla possibilità di essere convocato al prossimo Mondiale in programma in Russia: “Penso di meritarlo con il Belgio, mi dispiacerebbe perdere anche questa spedizione dopo quella in Brasile. Non ho problemi con il Ct Martinez, anche se forse dovrei migliorare il rapporto con lui. Mai avuto problemi nemmeno con nessun compagno. Non sono un piantagrane, sto bene con tutti, potete chiedere in giro”. Infine, anche Fabio Cannavaro oggi ha confermato le offerte per Radja Nainggolan ai microfoni di Extra Time, l’inserto de “La Gazzetta dello Sport”: “Ma le trattative non erano semplici. Ammetto che un po’ di rimpianto c’è. Radja è uno straordinario giocatore, completo, che avrei potuto schierare da asiatico nella Champions per le sue origini indonesiane“.