C’è Lazio-Milan ma si parla di Gattuso: Fassone non è propenso a riconfermarlo

C’è Lazio-Milan ma si parla di Gattuso: Fassone non è propenso a riconfermarlo

L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ ha riportato una notizia clamorosa su Gennaro Gattuso. Il tutto proprio nel giorno di Lazio-Milan, semifinale di ritorno di Coppa Italia, che per i rossoneri rappresenta uno dei due salvagenti della stagione, dato l’andamento in campionato. Il cammino del Milan in Serie A si è raddrizzato soltanto nelle ultime settimane, dopo che la vetta si era irrimediabilmente allontanata già parecchio prima dell’inverno. A quanto pare, come riferisce la Gazzetta dello Sport, il direttore generale Marco Fassone non sarebbe ben propenso a riconfermare Gattuso sulla panchina rossonera. Negli ultimi giorni l’ex dirigente di Juventus, Napoli ed Inter ha parlato del campione del mondo 2006 comunque in termini positivi.

Lazio-Milan, Gattuso pensa alla partita ma il futuro è da scrivere

“Gattuso sta facendo le cose semplici, quello che serviva al Milan e che mancava. Non ci aspettavamo che potesse fare così bene in poco tempo come sta avvenendo. Ha del talento ed i risultati parlano per lui, anche se con lui c’è un accordo preciso”. Domenica sera, nel post-partita di Roma-Milan, gara che i lombardi si sono aggiudicati per 2-0, proprio Gattuso aveva fatto capire che ci sarà bisogno di confrontarsi con la dirigenza rossonera a fine stagione. “La società mi ha mostrato fiducia e riconoscenza. Se mi hanno dato l’incarico di allenatore è perché si fidano di me. Però dovremo parlare a giugno”. Da quanto si apprende, sarebbe proprio Fassone ad avere ancora dei dubbi su ‘Ringhio’.

Fassone vorrebbe un grosso nome in panchina

In particolare il dg desidererebbe un allenatore con appeal ed esperienza maggiori. E se ci sarà la possibilità, il Milan si fionderà subito su Carlo Ancelotti oppure Antonio Conte. E queste sono voci che a margine di una partita importante come Lazio-Milan non sarebbero dovute trapelare. Gattuso è stato visto come un traghettatore sin dal suo primo giorno da allenatore della squadra presieduta da Yonghong Li. L’idea di una riconferma invece ad oggi appare scontata, in virtù dei buoni risultati in serie conseguiti. Ma entrambe le parti in causa hanno confermato che niente è stato messo nero su bianco. E questo potrebbe dare adito anche ad una separazione. Una possibilità paventata dalla Gazzetta.