SHARE
benatia

Medhi Benatia è stato protagonista di una amichevole intervista al compagno di squadra Blaise Matuidi al canale YouTube francese Bros. Stories. Il difensore marocchino rivela al centrocampista francese il segreto della Juventus, al quale fare capo per giustificare le tantissime vittorie che hanno giustificato una bacheca così ricca. Cosa che ha stupito Matuidi. L’ex difensore di Udinese, Roma e Bayern Monaco fa un parallelo relativo a quando la Juventus per lui era una avversaria. “Quando giocavo in giallorosso e vedevo i bianconeri vincere attribuivo la cosa agli arbitri. “Hanno vinto perché sono stati aiutati”, mi dicevo. Ma quando sono approdato alla Juve ho capito tutto. Mi sono reso conto di quale fosse la verità. L’arbitro è solo una scusa per i perdenti e per tutti coloro che non potranno mai essere forti come la Juventus. La realtà è che questa squadra è nata per vincere. Si lavora solo e soltanto per conseguire il massimo risultato possibile ed alzare trofei. La Juve riesce a vincere anche quando gioca male, perché ha una forza mentale non eguagliabile da nessuno. Ti domina”.

Benatia sicuro: “Nessuno è all’altezza della Juventus”

Benatia svela anche un retroscena relativo ad una preoccupazione espressa ad inizio stagione dallo stesso Matuidi. La mezzala transalpina era preoccupata dall’ottima partenza di Roma ed Inter. “Ma io cosa ti avevo detto, Blaise? – dice il marocchino – che ben presto sarebbero venute meno. Vincere 7-8-10 partite è una cosa che può capitare a tutti. Vincerne 38 succede soltanto alla Juventus. Per i motivi di cui sopra. Il calcio italiano è molto difficile. Qui vince solo chi raggiunge il top e lavora con il massimo impegno”. La Juventus però deve fare i conti con l’eccezionale Napoli di questa stagione. Una sfida inedita per i bianconeri, mai rimasti così lontani dalla vetta per così tanto tempo come avvenuto nella corrente Serie A.

Guarda il video