Jackson Martinez rescinde con il Guangzhou: il colombiano non gioca dal 2016

Un anno e mezzo senza giocare. Da oggi Jackson Martinez è un calciatore svincolato dopo aver rescisso con il club cinese del Guangzhou Evergrande: l’ultima partita dell’attaccante colombiano, trasferitosi dall’Atletico Madrid in Cina per circa 42 milioni di euro, risale al 26 ottobre 2016. L’ex Porto era già stato tagliato fuori dal Guangzhou dalle liste della rosa del campionato e della Champions League asiatica a causa di gravi problemi fisici che non gli hanno permesso di esprimersi al meglio. Ora Martinez è senza squadra e potrebbe pensare così di tornare a giocare in Europa, ma la sua storia ha dell’incredibile.

Jackson Martinez fu vicino al Milan

Acquistato dal Porto nel giugno 2012 per sostituire Hulk per la cifra di circa 8 milioni di euro, il colombiano in tre stagioni mise a segno in Portogallo ben 92 gol in 133 partite attirando l’interesse dei top club europei, tra cui il Milan. Il trasferimento al club rossonero saltò per questioni di tempo e così Martinez nell’estate del 2015, dopo l’eliminazione con la Colombia in Coppa America, passò all’Atletico Madrid per circa 35 milioni di euro, ma l’avventura con i “colchoneros” non fu delle migliori e, dopo soltanto tre gol all’attivo, il colombiano decise di cambiare completamente vita volando in Cina per firmare con il Guangzhou Evergrande. Dopo soltanto quattro reti nel campionato cinese, Jackson Martinez potrebbe essere un affare per le big europee ma bisognerà valutare le sue condizioni fisiche.