SHARE
Tottenham Juventus Champions League
Fonte foto @juventusfc

Tottenham-Juventus 1-2. I bianconeri, dopo un’ora di grande sofferenza e di supremazia, soprattutto dal punto di vista fisico, degli Spurs, ribaltano il match grazie alle reti di Higuain e Dybala. Gli inglesi, passati in vantaggio con Son, pagano due minuti di autentico blackout. Per i bianconeri arriva quindi una qualificazione ai quarti, che, fino al 60′, era a dir poco insperata.

LE PAGELLE

TOTTENHAM

Lloris 6 – Incolpevole sui gol.

Trippler 5,5- Suo l’assist per Son, ma si fa sfuggire Dybala nell’occasione del raddoppio.

Vertonghen 5,5 – Rischia e non poco nel primo tempo con un intervento in aerea su Douglas Costa. Partecipa ai due minuti di blackout.

Sanchez 6 – Bene per senso della posizione e dell’anticipo.

Davies 5,5 – Soffre le accelerazioni di Douglas Costa e in fase offensiva si vede solo nel finale.

Dier 6 – Se la cava quasi sempre grazie al suo fisico (dal 74′ Lamela 5,5 – Partecipa al forcing finale, ma senza incidere).

Dembelé 6 – Gioca un gran primo tempo, ma cala con il passare dei minuti.

Dele Alli 5,5- Partecipa all’azione del gol, ma, per il resto, sembra mancargli il guizzo.

Eriksen 5,5 – Idem come sopra. Uno dei grandi assenti in casa Tottenham.

Son 7,5 – Nel primo tempo fa il bello e il cattivo tempo. Realizza il gol che illude gli Spurs. Barzagli non lo ferma mai.

Kane 5,5 – Non segna e già questa è una notizia.

JUVENTUS

Buffon 5,5 – Evidente il suo errore in occasione del gol.

Barzagli 5 – Stanotte avrà gli incubi e il protagonista di questi sarà Son.

Benatia 5,5 – Soffre e non poco. Costretto più volte al fallo (dal 61′ Lichtsteiner 6 – Permette a Barzagli di spostarsi al centro e riesce a limitare un po’ di più Son).

Chiellini 6 – Sfortunato sul gol, ma giganteggia nei minuti finali.

Alex Sandro 5,5 – Dele Alli non sfonda più di tanto, ma lui appare comunque in difficoltà.

Pjanic 5,5 – Soffre la fisicità del centrocampo del Tottenham e molto volte è costretto al fallo.

Khedira 6 – Spesso in difficoltà, ma è suo l’assist per il gol di Higuain che riapre tutto.

Matuidi 6 – Importante in fase di ripiegamento. Esce per permettere alla Juve il forcing vittoria (dal 60′ Asamoah 6,5 – Il suo ingresso in campo sveglia la Juve dal torpore).

Costa 6,5 – Quando accelera è imprendibile. È fondamentale anche in fase di ripiegamento.

Higuain 8 – Rientra dall’infortunio ed è subito decisivo. Realizza il gol del pari da attaccante vero e serve un cioccolatino che Dybala deve solo mettere in rete. Trascinatore (dal 83′ Sturaro sv).

Dybala 6,5 – Un po’ come con la Lazio, non si vede mai. Ma, ancora una volta, realizza il gol vittoria. Cecchino.

IL TABELLINO

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Vertonghen, Sanchez, Davies; Dier (74′ Lamela), Dembelé; Dele Alli, Eriksen, Son; Kane.
A disp.: Vorm, Rose, Lamela, Wanyama, Sissoko, Llorente, Lucas. All. Pochettino

Juventus(4-3-3): Buffon; Barzagli, Benatia (dal 61′ Lichtsteiner), Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira, Matuidi (dal 60′ Asamoah); Costa, Higuain (dall’83’ Sturaro), Dybala. A disp.: Szczęsny , Marchisio, Rugani,, Bentancur, All. Allegri

Marcatori: 38′ Son, 64′ Higuain, 66′ Dybala

Ammoniti Alex Sandro, Pjanic, Benatia, Chiellini, Dele Alli, Dembelé