SHARE
milan-arsenal
Davide Calabria (Foto: Twitter @acmilan)

Quest’oggi si gioca Milan-Arsenal, gara valevole per l’andata degli ottavi di finale di Europa League. Il trofeo ha assunto una importanza grandissima per entrambe le squadre, già escluse da tempo per le posizioni di vertice dei rispettivi campionati. Anche il poter acciuffare il quarto posto che varrebbe la qualificazione alla prossima edizione della Champions League sembra essere una impresa ardua. I rossoneri accusano un ritardo di 8 punti dalla Lazio, quarta per l’appunto. Per i Gunners va ancora peggio, con un distacco di ben 13 unità dal Tottenham, a sua volta sopravanzato in Premier League dalle due squadre di Manchester e dal Liverpool. Per questo andare avanti in Europa League significherebbe molto. Sia per la possibilità di poter arricchire la propria bacheca con un trofeo internazionale che per poter godere dei relativi ricavati. Inoltre chi dovesse conseguire la vittoria finale in Europa League guadagnerebbe poi l’accesso alla prossima edizione della Champions League.

Milan-Arsenal, in ballo c’è tantissimo

Milan-Arsenal anche per questo motivo vedrà l’impiego della migliori formazioni possibili da parte delle due squadre. E nel caso dei rossoneri, anche solo il passaggio del turno con relativo approdo ai quarti di finale permetterebbe al dg Marco Fassone di chiedere meno soldi a Yonghong Li nella prossima riunione per l’aumento del capitale societario. Riguardo a cose più inerenti il calcio, Milan-Arsenal rappresenterà per i padroni di casa un nuovo incontro contro una società inglese nella competizione. L’ultimo precedente si ebbe contro il Portsmouth poco più di 9 anni fa. Era l’Europa League 2008/2009 e gli uomini ai tempi allenati da Carlo Ancelotti ottennero un 2-2 rimontando con i gol di Ronaldinho e Filippo Inzaghi negli ultimi dieci minuti di gara. I Pompeys erano passati in doppio vantaggio con Kaboul e l’ex interista Kanu.