SHARE
var mondiali

La stagione 2017/18 verrà ricordata per aver introdotto il Var su tutti i campi di Serie A. La tanto sospirata tecnologia che aiuta gli arbitri a limitare al minimo errori, proteste ed annesse polemiche. Venerdì sera la FIFA, l’organo di governo del calcio mondiale, ha inoltre deciso definitivamente che ai Mondiali del 2018 in Russia si userà il VAR, la video assistenza arbitrale che già in Italia si è fatta conoscere. Gianni Infantino, presidente della FIFA, ha detto: “Dobbiamo stare al passo coi tempi: volevamo dare agli arbitri degli strumenti per prendere decisioni migliori, e ai Mondiali ci sono molte decisioni importanti da prendere. Non è possibile che nel 2018 chiunque nel suo salotto sappia pochi secondi dopo l’azione se l’arbitro ha fatto un errore, e l’arbitro no”. Eppure la tecnologia non sta riscuotendo successi unanimi. Mauricio Pochettino ha avuto infatti qualcosa da ridire sul Var, soprattutto dopo la partita di FA Cup vinta per 3-0 contro lo Swansea.

Pochettino attacca il Var

Pochettino ha nettamente bocciato l’utilizzo del Var dopo il successo in coppa attaccando in modo netto e deciso: “È un incubo, preferisco gli errori di arbitro e assistenti piuttosto che aspettare tre, quattro minuti per sapere cosa succede. Mi dispiace molto per le persone che cercano di usare questo sistema.” La rabbia di Pochettino è scattata in seguito ad un goal annullato a Son sullo 0-1: “E’ complesso, ma la cosa peggiore sarà l’effetto che avrà sui tifosi. Ora vedremo cosa succederà ai Mondiali”. Pochettino fa dunque la guerra al Var, in attesa dei prossimi Mondiali. La gara del Tottenham a conti fatti è però terminata comunque con una netta vittoria degli Spurs al di la degli errori del Var.