SHARE
nikola kalinic
Kalinic - FONTE: Il Giorno.it

Il Milan quest’anno ha scoperto Patrick Cutrone in attacco, e tiene bene in mente di quanto possa dare André Silva. I due attaccanti hanno saputo sfruttare parecchie delle occasioni messe loro a disposizione. E nonostante Rino Gattuso – fresco di rinnovo di contratto e di riconferma sulla panchina rossonera – abbia auspicato l’arrivo in squadra di un bomber da 25 reti stagionali, può comunque di che essere soddisfatto. Il giovane Cutrone di gol ne ha segnati 15 in stagione, poco più dietro, a quota 10, c’è proprio André Silva. E molto lontano ecco Nikola Kalinic, che in estate aveva voluto a tutti i costi trasferirsi al Milan ma che ora sembra essere proprio il primo indiziato per un cessione da concretizzare nel calciomercato estivo.

Milan, Kalinic è l’unico sicuro di lasciare in attacco

Il giocatore ha passato parecchi momenti difficili, conditi dalle difficoltà nell’essere decisivo sotto la porta avversaria, alla luce dei solo 4 gol siglati da luglio ad oggi, l’ultimo dei quali realizzato il 3 dicembre scorso nello sfortunatissimo match Benevento-Milan. Il cambio di panchina da Montella a Gattuso ha portato grosse novità nel modo di giocare della squadra: dal 3-5-2 si è passati al 4-3-3, in cui proprio Cutrone è riuscito ad affermarsi in maniera importante, al punto da conquistare anche la convocazione in Nazionale.

André Silva incantava soltanto in Europa League invece, ma ora le cose stanno migliorando ed il 22enne portoghese sta gettando basi importanti in vista della prossima stagione. Fra Cutrone, lo stesso Silva e Kalinic è solo quest’ultimo che con certezza svestirà la maglia del Milan. Difficile però che Mirabelli e Fassone riescano a racimolare una cifra importante dal croato, che non è più giovanissimo e dopo quest’annata ha visto svalutarsi in maniera inevitabile il proprio cartellino.

 

 

 

SHARE