SHARE
allenatori
FONTE: Daily Express

Torna col botto la Champions League con le gare di ritorno dei quarti di finale. Ieri sera la Roma ha stupito l’Europa con la vittoria per 3-0 all’Olimpico che ha eliminato il Barcellona. Contemporaneamente a Manchester si consumava il dramma del City, battuto anche nel match di ritorno dal Liverpool di Klopp. La sfida dell’Etihad è stata però caratterizzata da rabbia e polemiche arbitrali che hanno visto un Pep Guardiola furioso con l’arbitro Lahoz, tanto da essere allontanato nell’intervallo. In seguito lo stesso direttore di gara ricorda l’espulsione all’allenatore spagnolo che in campo sbotta: “Stai zitto, chiudi la bocca, è rigore e gol, rigore e gol“. Guardiola ha quindi osservato il secondo tempo dalla tribuna vedendo i suoi crollare sotto i colpi di Salah e Firmino. Anche nel post-partita di Manchester City-Liverpool i toni non si sono di certo placati. Guardiola ai microfoni della stampa in conferenza ha infatti proseguito il suo attacco all’arbitro Lahoz.

Manchester City-Liverpool, Guardiola sbotta contro Lahoz

Guardiola in conferenza ha detto: “Conosco Lahoz, è spagnolo, un ragazzo speciale. Gli piace essere differente. Quando tutti sono convinti di una cosa, lui prende la strada opposta… A Liverpool è stata convalidata una rete in fuorigioco di Salah, qui annullata a noi. In passato, col Monaco e lo stesso arbitro avevamo avuti altri problemi. Io gli ho detto solo che la rete era regolare, per questo mi ha espulso”. Guardiola ha quindi continuato sul futuro: “Ci riproveremo l’anno prossimo. Purtroppo in Champions League le squadre sono così vicine che il peso delle decisioni arbitrali è così importante. Congratulazioni alla squadra di Klopp, spero che rappresentino bene il calcio inglese in semifinale”.