SHARE
Roma Liverpool semifinale Champions League
FONTE FOTO: @OfficialASRoma

È tempo di sorteggi. Dopo l’entusiasmante accesso alle semifinali di Champions League della Roma, la squadra giallorossa ha scoperto chi affronterà nelle prossime due gare della massima competizione europea. Sarà Roma-Liverpool la semifinale di Champions, Bayern Monaco-Real Madrid l’altra. Per gli uomini di Di Francesco sarà così una sfida avvincente dopo aver passato a sorpresa il turno precedente contro la corazzata Barcellona. L’andata si giocherà ad Anfield Road, mentre il ritorno nel fortino casalingo dell’Olimpico. In quest’edizione della Champions League i giallorossi non hanno subito alcuna rete finora superando compagini del calibro di Chelsea, Atletico Madrid, Barcellona.

Inoltre, c’è un dato statistico, come riporta Opta Paolo, che non fa sorridere Dzeko e compagni: “5 – La Roma ha vinto solo uno dei 5 precedenti con il Liverpool, e ha segnato solo due gol in totale. Temibile”.

Monchi, ds della Roma, ha commentato il sorteggio ai microfoni di Premium Sport: “Sembra un’opportunità perfetta per cancellare quanto accaduto in quel famoso precedente. Però sarò difficile, abbiamo di fronte a noi una squadra fortissima, che ha eliminato il Manchester City. In questo momento dobbiamo pensare solo a noi stessi e fare quello che abbiamo fatto molto bene contro il Barcellona”.

Ai microfoni de “Le Iene”, la trasmissione in onda su Italia Uno, lo stesso allenatore dei giallorossi ha svelato le sue sensazioni: “Abbiamo valorizzato il calcio italiano. Il fatto che tutta Italia abbia esultato per la Roma mi fa piacere, vuol dire che siamo tornati italiani anche in questo. Ma non solo nelle vittorie, bisogna essere italiani anche belle sconfitte”.

Infine, i giallorossi potrebbero così vendicarsi della sconfitta proprio in finale di Coppa dei Campioni dell’edizione 1983-1984, quando i “Reds” sconfissero ai calci di rigore la Roma con l’errore decisivo di Ciccio Graziani. Nei tempi regolamentari la sfida terminò 1-1 con Pruzzo che rispose alla rete iniziale di Neal.