SHARE
Gattuso, milan
FONTE: Blasting News

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Torino-Milan. Dopo il pari a San Siro l’allenatore dei rossoneri ha annunciato qualche novità di formazione: “Calhanoglu può giocare anche alla Pirlo. Vi riempite gli occhi per i lanci che fa, ma deve buttare giù la porta. Ma possiamo fare tante cose, anche Suso può agire da mezza punta. Se eravamo tranquilli si potevano fare tantissime cose. Comunque sì, ci stiamo lavorando e pensando. I nostri calciatori possono fare ruoli diversi”.  Poi ha aggiunto: “La preoccupazione mia è che non voglio sentir parlare di stanchezza. Nel singolo ci sta, ma non dobbiamo esserlo da squadra. Ci davano per morti contro il Napoli”.

Torino-Milan, Gattuso parla di Belotti

Domani sera Gattuso ritroverà anche Andrea Belotti, attaccante del Torino, allenato proprio dal tecnico calabrese ai tempi di Palermo: “L’avevamo preso in comproprietà, eravamo andati a vederlo io e Perinetti. Si vedeva. Dopo Sheva era quello che mi aveva impressionato, prendeva sempre la porta. Quando sta bene esprime forza fisica, è completo, ne ho visti pochi così. Impressionante anche quando salta di testa. Mi è sempre piaciuto, in questi anni ha fatto annate importanti. E’ un ragazzo per bene, con la testa sulle spalle, molto semplice. In 20 giorni si era creato un buon rapporto”.