SHARE
© Contrataque.it

Dopo lunghi mesi di attesa, di sondaggi, di indiscrezioni, di trattative e di smentite stavolta la svolta sembra esser finalmente arrivata. L’Italia ha finalmente trovato il suo nuovo commissario tecnico, che prenderà il posto di Giampiero Venuta e di Gigi Di Biagio, sedutosi sulla panchina azzurra per le due amichevoli contro Argentina e Inghilterra. Tutte le strade sembrano portare a Carlo Ancelotti. L’ex allenatore, tra le altre, di Chelsea e Bayern Monaco sembra aver superato Roberto Mancini, grazie a un incontro, svoltosi nella notte, con il commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini e il suo vice Alessandro Costacurta. Si è trattato del secondo incontro tra le parti in poco più di un mese. Il segnale quindi è abbastanza chiaro: la Figc ha fatto la sua scelta definitiva. Secondo quanto rivelato da ‘Sport Mediaset’, mancherebbero alcuni dettagli, tra cui soprattutto l’accordo economico.

ANCELOTTI CT, I PROSSIMI GIORNI QUELLI DECISIVI

Carlo Ancelotti è il preferito di Giovanni Malagò, presidente del Coni e commissario della Lega Serie A. Questo giustifica un corteggiamento così insistente, viste anche le iniziali resistenze e titubanze dell’ex allenatore del Milan, forse anche per l’ipotesi Arsenal, dato l’addio ai Gunners di Arsen Wenger. I prossimi giorni saranno sicuramente quelli decisivi. L’obiettivo della Figc e dei suoi commissari è quello di avere il nuovo commissario tecnico già il 28 maggio a San Gallo, giorno dell’amichevole con l’Arabia Saudita. La ricostruzione azzurra targata Ancelotti, con vista sugli Europei del 2020, potrebbe proprio ripartire da lì. E intanto girano già le prime indiscrezioni sul suo staff. Infatti, secondo quanto riportato da ‘Repubblica.it’, tra i collaboratori più stretti del nuovo ct potrebbe esserci Andrea Pirlo. I feeling tra i due è cosa abbastanza, visti i trascorsi al Milan. Il futuro della Nazionale è pronto a delinearsi e potrebbe tingersi un po’ di rossonero.