SHARE
Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Foto: Facebook - @Manchesterunited)

Ibrahimovic ai Mondiali di Russia si oppure no? Questo il dilemma che assale la Svezia ed i tifosi gialloblù in vista della ressegna planetaria in programma il prossimo giugno. Nei giorni scorsi lo stesso centravanti dei Los Angeles Galaxy aveva ammesso: “Certo che vado alla Coppa del Mondo, ma questa è l’unica cosa che posso dire perché altrimenti mi criticano, devo stare attento alle parole che pronuncio in questo periodo, però un Mondiale senza di me non sarebbe un Mondiale”. Parole quelle di Ibrahimovic che avevano fatto pensare ad una clamorosa riapertura alla nazionale dopo averla lasciata ormai due anni fa. Negli ultimi giorni però i dubbi attorno alle affermazioni di Zlatan stavano iniziando a crescere, e nella giornata di oggi è arrivata anche l’ufficialità definitiva. Zlatan Ibrahimovic non giocherà il Mondiale in Russia. Lo ha ufficializzato la federazione svedese attraverso un comunicato che fa chiarezza sulla telenovela nata dalle dichiarazioni dello stesso attaccante dei Los Angeles Galaxy in uno show tv americano.

Mondiali 2018, non ci sarà Ibrahimovic: il comunicato ufficiale

Lo svedese aveva detto addio alla Nazionale subito dopo l’Europeo del 2016. Nell’ultimo periodo sembrava aver cambiato idea ma il comunicato ufficiale della federazione ha spento ogni ardore: “Zlatan Ibrahimovic non ha cambiato la sua decisione. Il più grande giocatore della Svezia non giocherà la prossima Coppa del Mondo”. A rincarare la dose ci ha pensato il direttore sportivo della Federcalcio svedese Lars Richt che è entrato nel dettaglio della questione: “Ibrahimovic ha precedentemente rifiutato di giocare in nazionale. Ho parlato con Zlatan martedì e ha annunciato che non ha cambiato idea. Questo significa che Zlatan Ibrahimovic, per gli stessi motivi emersi nei precedenti incontri, non verrà preso in considerazione per la rosa che il tecnico Janne Andersson presenterà il 15 maggio in vista della Coppa del Mondo”. Ibrahimovic Mondiali: un binomio destinato a rimanere incompiuto.