SHARE
Kane Tottenham-Everton - Fonte: Twitter @premierleague
Fonte: Twitter @premierleague

Dopo la finale di Champions League conquistata a sorpresa l’anno scorso e persa contro i connazionali del Liverpool, dal Tottenham e da Pochettino ci si aspettava inevitabilmente il salto di qualità definitivo. A fare la differenza anche il nuovo stadio e la campagna acquisti finalmente attiva, dopo un paio di stagioni praticamente quasi a secco. Invece, ormai a ridosso dell’inizio di novembre, i numeri del Tottenham sono impietosi e testimoniano una crisi evidente.

PREMIER LEAGUE: IL LEICESTER DA RECORD DI BRENDAN RODGERS

I numeri fuori casa testimoniano la tremenda crisi del Tottenham

Gli Spurs sono addirittura undicesimi in Premier League dopo 10 partite. Solo 3 vittorie con 3 pareggi e 4 sconfitte per un totale di 12 punti (gli stessi di Wolverhampton, Brighton e Burnley). +4 sulla zona retrocessione e un già pesante -8 dalla zona Champions League. Impressionante anche la differenza reti. Soltanto +1 (16 gol fatti e 15 subiti). Il dato che però fa davvero riflettere è il rendimento fuori casa degli uomini di Pochettino. Lontani dalle mura amiche sembrano quasi aver dimenticato come si giochi a pallone.

Guardando infatti alla sola Premier League, il risultato è drammatico. In 9 partite del 2019, infatti, fuori casa il Tottenham è uscito sempre sconfitto contro l’avversario di turno, tra lo scorso campionato e quello iniziato ad agosto. Prima del 2-1 di ieri sera proprio contro i Reds, infatti, gli Spurs avevano già perso contro Burnley (2-1), Chelsea (2-0), Southampton (2-1), ancora Liverpool (2-1), Manchester City (1-0), Bournemouth (1-0), Leicester (2-1) e Brighton (3-0). Non solo: attualmente, il Tottenham è l’unico club militante in Premier League a non aver ancora vinto un match fuori casa in campionato dall’inizio di febbraio. In particolare, l’ultimo incontro vinto dal Tottenham lontano dal suo stadio in Premier League risale addirittura al 20 gennaio di quest’anno, quando la squadra di Pochettino ebbe ragione del poi retrocesso Fulham per 1-2.

Fine ciclo per Pochettino?

L’analisi statistica lascia dunque spazio a quella mediatica. Pochettino, tecnico con idee e molto ambito in Europa, potrebbe aver raggiunto la fine del suo ciclo con i londinesi. Il tempo per riprendersi ovviamente c’è ma il distacco dalle primissime posizioni sembra già enorme per una squadra che negli scorsi anni aveva stupito facendo la parte dell’outsider e che adesso, invece, sembra vivere un momento di profonda flessione nel campionato inglese. Il rischio, che tutti vogliono evitare, è quello di buttare via una stagione dopo pochi mesi. Un rischio che, almeno per adesso, sembra difficile non correre.