SHARE
Bayern Monaco

Per alcune big d’Europa quella di questo weekend è stata una giornata di campionato a dir poco nefasta. A dispetto dei pronostici iniziali, infatti, sia PSG che Barcellona e Bayern Monaco sono state tutte sconfitte da avversarie tecnicamente inferiori, in alcuni casi con punteggi anche decisamente inattesi. Una vera e propria caduta degli Dei che testimonia quanto nel calcio di oggi ogni squadra sia disposta a giocare la propria partita, contro qualsiasi avversario.

PSG, Barcellona e Bayern Monaco, storie e numeri di sconfitte che fanno rumore

Partiamo con il club francese, sconfitto per 2-1 nella serata di venerdì dal Dijon. Un testa-coda che si è risolto sorprendentemente con la sconfitta dei parigini, messi KO dalle reti di Choiuar e Cadiz (realizzate tra fine primo tempo e inizio secondo) dopo essere andati in vantaggio con Mbappé. Prima della gara, il PSG vantava la miglior difesa e il Dijon il peggior attacco.

Dopo la gara entrambe le formazioni vantano un 7 nelle rispettive caselle (prima era un 5) ma la squadra di bassa classifica ora pareggia il numero di gol segnati dello Strasburgo e si unisce al gruppetto di squadre a 12 punti, mentre gli uomini di Tuchel perdono lo scettro della miglior difesa stagionale, in questo momento appartenente al sorprendente Reims. L’ultima sconfitta fuori casa del PSG risale invece ad agosto, quando fu il Rennes a battere i parigini – comunque attualmente ancora saldamente in testa alla Ligue 1 – sempre con il punteggio di 2-1.

Nel pomeriggio di sabato, invece, è toccato a Barcellona e Bayern Monaco. I blaugrana, in una giornata in cui tutte le prime 4 non hanno vinto (Siviglia e Atletico Madrid hanno pareggiato 1-1, il Real Madrid ha impattato 0-0 contro il Betis), mantengono dunque comunque la vetta insieme ai Blancos nonostante il ko contro il Levante, perdendo però l’occasione di tentare una mini-fuga. Negli ultimi 2 anni quello del Levante è diventato un campo maledetto per gli uomini di Valverde. Negli ultimi 4 precedenti tra Liga e Copa del Rey, infatti, la squadra di casa ha vinto addirittura per 3 volte, con un solo trionfo degli attuali Campioni di Spagna. Prima di questa sconfitta il Barcellona non perdeva fuori casa in Liga da 2 mesi, quando fu sconfitto per 2-0 dal Granada a settembre.

A Monaco di Baviera non piace l’high five

Giornata ancora più nera per i teutonici di Kovac. I bavaresi infatti subiscono una pesantissima lezione dall’Eintracht Francoforte, che rifila un umiliante 5-1 agli ospiti, che hanno l’attenuante di aver giocato in 10 praticamente per tutta la partita a causa dell’espulsione di Boateng al minuto numero 9. Un KO che non solo certifica un inizio di Bundesliga non esaltante per i bavaresi ma che rappresenta anche una sconfitta a suo modo storico. Era infatti dal 4 aprile del 2009 che il Bayern non prendeva 5 gol in una partita di campionato.

Avvenne proprio fuori casa, il punteggio fu sempre di 5-1 e l’avversario era il sensazionale Wolfsburg di quegli anni, trascinato dai vari Grafite e Dzeko. Viaggiando meno pesantemente con la macchina del tempo, l’ultima sconfitta fuori casa del Bayern in Bundesliga risale addirittura allo scorso campionato, con i bavaresi sconfitti dal Bayer Leverkusen per 3-1 nel febbraio del 2019. Dopo la sconfitta Nico Kovac è stato esonerato dal Bayern Monaco. In lizza per sostituirlo Massimiliano Allegri e Josè Mourinho.