SHARE
zaza infortunio
Fonte: Twitter

Un’altra brutta notizia per Walter Mazzarri dopo l’infortunio di Daniele Baselli in settimana. Stop anche per Simone Zaza, che dovrà restare fuori dai campi per almeno un mese. L’attaccante ha riportato una distorsione alla caviglia durante l’ultimo allenamento.

L’ex Valencia era in ballottaggio con Simone Verdi per una maglia da titolare per BresciaTorino, gara in programma domani alle 15:00. A questo punto non ci sono dubbi: sarà l’ex Napoli a scendere in campo dal primo minuto al fianco di Andrea Belotti. Come detto, questo infortunio di Zaza si aggiunge a quello di Baselli e anche Iago Falquè, anche lui fermo in infermeria. A questi si aggiunge anche Kevin Bonifazi, ma in difesa le alternative a Mazzarri non mancano (e per domani rientra anche N’Koulou dalla squalifica). L’attacco invece a quanto punto è in emergenza e diventa fondamentale Verdi.

CURVA NORD CHIUSA, VIOLENZA E LA BEFFA NTCHAM: LAZIO QUASI FUORI DALL’EUROPA LEAGUE

Zaza infortunato: la possibile data del rientro

Come detto Zaza salterà sicuramente Brescia-Torino di domani, poi la settimana prossima c’è la sosta per le Nazionali e quindi avrà più tempo per recuperare. Ma lo stop previsto è di un mese, quindi significa che non dovrebbe farcela anche per Inter e Genoa, partite in programma al rientro dopo la sosta. Potrebbe rientrare per la gara dell’8 dicembre contro la Fiorentina in casa, ma è soltanto un’ipotesi. Non è detto che l’infortunio duri così tanto, così come potrebbe durare di più. Tutto dipende dalla risposta della caviglia nelle prossime settimane. In ogni caso i tempi di recupero sono più o meno quelli.

L’infortunio di Zaza si aggiunge a quello di Iago Falquè per quanto riguarda l’attacco. Lo spagnolo ha una lesione muscolare alla coscia sinistra e pare sia un problema abbastanza serio. I tempi di recupero sono stimati oltre al mese, quindi potrebbe rientrare per metà dicembre o, addirittura, direttamente a gennaio dopo la sosta. In questa fase diventa fondamentale Verdi, che finora non ha certamente brillato. Ma Mazzarri ora punta fortemente su di lui per uscire da un momento negativo.

MIGUEL VELOSO INFORTUNIO, I TEMPI DI RECUPERO

Mazzarri rischia

Nelle ultime dieci partite di Serie A, il Torino ha vinto soltanto una volta, contro il Milan in casa (successo concretizzato soltanto negli ultimi minuti del match dopo una pessima prestazione). La situazione è molto complicata: il Toro ha dato segnali positivi nell’ultima sfida contro la Juventus, ma alla fine ha perso ancora. La gara dei suoi giocatori però ha convinto Mazzarri che, nel post-partita, è apparso molto soddisfatto, ma ora cerca risposte anche contro avversari più alla portata, proprio come il Brescia domani.

Se non dovesse arrivare il risultato, è chiaro che la posizione di Mazzarri sarebbe ulteriormente a rischio. Già ci sono state delle voci su un possibile esonero, con Gennaro Gattuso che guarda interessato. Urbano Cairo intanto ha mandato la squadra in ritiro e si aspetta un cambio di rotta. Se non dovesse arrivare, attenzione a clamorosi ribaltoni. Il Torino si aspettava una stagione molto diversa e invece si ritrova in zona retrocessione. Una situazione totalmente inattesa.

SENSI INFORTUNIO, NUOVO STOP PER IL NERAZZURRO: I TEMPI DI RECUPERO