SHARE
milinkovic savic

Fino ad ora i risultati del Milan di Pioli sono stati a dir poco deludenti: due sconfitte con la Lazio e la Roma, un pareggio con il Lecce, e una vittoria arrivata grazie alla magia di Suso contro la SPAL. Il sogno Champions sembra definitivamente compromesso e probabilmente i tifosi rossoneri saranno costretti a vivere un’altra stagione da metà classifica. Se la Champions dovesse arrivare, ci troveremmo davanti ad un vero e proprio miracolo calcistico.

GRANIT XHAKA PER IL MILAN? LE CARATTERISTICHE DEL CENTROCAMPISTA

Il principale problema dei rossoneri, oltre alla mancanza di esperienza, continuità e attenzione nell’arco dei 90 minuti, è la mancanza di Bakayoko a centrocampo: la sua fisicità straripante e la sua capacità di interdizione lo avevano reso il leader di un reparto che quest’anno sta mancando proprio nella fisicità, nonostante le buonissime doti tecniche. Ci sarebbe Franck Kessie con quelle caratteristiche, ma ha deluso le aspettative e, in più, non è il prototipo del professionista perfetto (uno dei motivi che ha spinto Pioli a non convocarlo per JuventusMilan). L’esempio perfetto sono i tanti gol presi su palla inattiva, anche se su questo incide molto il livello di concentrazione.

Manca il fisico

Questa mancanza dovrà essere necessariamente colmata durante il mercato invernale dal duo MaldiniBoban: il sogno è rappresentato da MilinkovicSavic, che però ha un costo proibitivo. Su questo Elliott è stato molto chiaro: giocatori giovani, poco costosi, da valorizzare e rivendere. Con questi limiti, un mercato di riferimento è quello dell’Europa dell’Est, un catino di talenti sottoprezzati.

RITIRO MONTOLIVO: “COLPA DEL MILAN E DI GATTUSO”

Il centrocampista della Lazio è dotato di straripante forza fisica e ottima tecnica, caratteristiche tipiche dei giocatori di quella zona del mondo. Però non le presenta solo lui. Andiamo alla scoperta quindi dei nuovi Milinkovic Savic.

Tomas Soucek

Classe 1995, come Milinkovic-Savic, è il leader del centrocampo dello Slavia Praga. L’anno scorso si era messo in luce in campionato e in Europa League, mettendo in difficoltà il Chelsea. La Fiorentina sembrava averlo acquistato per 4 milioni, ma qualcosa è andato storto: adesso si trova ancora a Praga, ed è sempre più il top player del centrocampo.

È un mediano di grande fisicità (192 centimetri per 86 chili di peso), può giocare sia da centrale di centrocampo che da difensore centrale: le sue abilità migliori sono la capacità di interdizione, l’intelligenza tattica e soprattutto l’abilità negli inserimenti, che fino ad ora gli è valsa il primo posto nella classifica marcatori della Fortuna Liga ceca con 8 goal.

Il Milan, comprando Soucek, potrebbe fare un grande affare per meno di 10 milioni di euro (valore Transfermarkt: 7 milioni), ma dovrà affrettarsi: il mercato non dorme mai.

Alex Kral

Classe 1998, è considerato uno dei giocatori più promettenti della Repubblica Ceca e dell’intero panorama europeo. L’anno scorso è stato il leader del centrocampo dello Slavia Praga insieme a Soucek. Diventato famoso per il suo aspetto molto simile a David Luiz, si è distinto per le sue grandi prestazioni. Nel 2 a 1 della sua nazionale contro l’Inghilterra, ha dimostrato tutte le sue qualità, convincendo lo Spartak Mosca a spendere 10 milioni per portarlo in Russia.

Si tratta di un centrocampista completo, che può giocare da mediano, centrale o trequartista, dotato di personalità e qualità: fisico statuario (187 centimetri) e buona tecnica di base lo renderebbero un ottimo innesto per il centrocampo rossonero.

Sul mercato il Diavolo dovrà battere la concorrenza dei club inglesi, che si sono già messi alla ricerca del giovane: si parte da una base di 15 milioni (valore Transfermarkt: 6 milioni di euro).

Mario Pasalic

Classe 1995, come Soucek e Milinkovic, è una vecchia conoscenza del Milan. Nella stagione 2016-2017 era stato autore di una discreta stagione (24 presenze, 5 goal), ma adesso sembra essere finalmente maturato: al suo secondo anno di prestito all’Atalanta, sta facendo intravedere buonissime qualità.

Mezzala duttile e fisicamente ben strutturata (189 centimetri per 82 chili di peso), dispone di buone capacità di palleggio e di tiro, che gli permettono di giocare anche da trequartista. Grazie al fisico imponente riesce a destreggiarsi anche in mediana. La sua più grande qualità rimane la capacità negli inserimenti, che gli permette di segnare un buon numero di goal a stagione.

L’Atalanta sembra intenzionata a riscattarlo dal Chelsea, soprattutto dopo le ultime ottime prestazioni. E il goal al City aiuta. Però il Milan un pensiero potrebbe farcelo, altrimenti il suo prezzo si alzerà: intanto siamo sui 15-18 milioni (valore Transfermarkt: 10 milioni).

Il giocatore bonus: Marco Brescianini

Il Diavolo parla molto di mercato, ma se il nuovo MilinkovicSavic fosse già a casa?
In Primavera, dopo il fallimento dello scorso anno, sta brillando una nuova stella: Marco Brescianini, classe 2001. Capitano della formazione Primavera, ha già segnato 6 goal in 8 partite. Si è meritato la convocazione in prima squadra e si allena stabilmente con I grandi. Alto e forte fisicamente, dispone di una grande abilità negli inserimenti e nel tiro dalla distanza. Che sia lui il giocatore cercato da Maldini e Boban?

di Federico Zamboni

SHARE